Excite

Nichi Vendola querela Il Fatto per l'intercettazione sull'Ilva: "Sciacallaggio, non rido dei tumori"

  • Youtube

di Claudia Gagliardi


** Update **
Il governatore della Puglia Nichi Vendola ha chiesto scusa al giornalista sbeffeggiato per lo scippo del microfono da parte di Girolamo Archinà, prima in un'intervista a Repubblica e poi su Twitter: "Unica cosa di cui mi vergogno davvero è di aver riso in quel modo di un giornalista che faceva il suo mestiere, e a cui chiedo scusa".

Il governatore della Puglia Nichi Vendola querelerà gli autori dell'articolo pubblicato su ilfattoquotidiano.it: è questa la contromossa del presidente di Sinistra Ecologia e Libertà dopo la bufera scoppiata con la pubblicazione di un'intercettazione con l'ex responsabile relazioni istituzionali dell'Ilva Girolamo Archinà (oggi agli arresti domiciliari). Una nota della Regione Puglia precisa che nell'articolo del Fatto "si racconta, in modo volgarmente strumentale, di presunte risate del Presidente suscitate dalle domande sulle morti per cancro. Come tutti invece possono tranquillamente constatare, il Presidente era solo rimasto colpito dall'episodio in cui Archinà, con un salto improvviso, si era avvicinato ad un giornalista che stava intervistando Riva".

Intercettazione Nichi Vendola sull'Ilva: su Twitter utenti infuriati chiedono le dimissioni

I fatti contestati risalgono al luglio del 2010, quando l'Ilva era su tutti i giornali per la diffusione dei dati dell’Arpa sui livelli allarmanti di benzo(a)pirene a Taranto. Nichi Vendola telefona all'addetto alle relazioni istituzionali Girolamo Archinà: nell'intercettazione si sente il governatore raccontare di aver riso a crepapelle dopo aver visto il video della conferenza stampa di presentazione del "Rapporto ambiente e sicurezza" del novembre dell'anno prima. Un video in cui Luigi Abbate, inviato dell’emittente tarantina Blustar Tv, si avvicina a Emilio Riva, 87enne ex patron dell'Ilva per porgli delle domande sui dati terribili circa i tumori nella città: "Ve li siete inventati" abbozza Riva, salvato dal suo addetto alle relazioni istituzionali Girolamo Archinà, che tira il microfono dalle mani del giornalista. Il video viene mostrato a Vendola da "amici di Roma" e il governatore racconta al telefono con Archinà di aver riso di quel suo "scatto felino" con cui ha impedito al giornalista ("una faccia da provocatore") di intervistare Emilio Riva, confessando di essersi divertito insieme al suo capo di gabinetto davanti a quella "scena fantastica". Passando dai toni ironici a quelli più seri, Vendola afferma di aver fatto davvero le battaglie a difesa della vita e della salute, ma invita l'interlocutore a "stringere i denti" di fronte a gente "senza arte né parte", per poi concludere: "Dite a Riva che il presidente non si è defilato".

Il testo dell'intercettazione era già noto, poichè agli atti dell'inchiesta della Procura di Taranto sul disastro ambientale dell'Ilva. Proprio nei giorni scorsi Nichi Vendola ha ricevuto un avviso di garanzia nell'ambito delle indagini sulla gestione dell'impianto siderurgico (il governatore è indagato per concussione). Oggi la sua intercettazione al telefono con Archinà, considerato dai pm la "longa manus" dei Riva, fa il giro della rete provocando indignazione e rabbia.

Il direttore de ilfattouotidiano.it Peter Gomez ha spiegato che la redazione ha provato a chiedere spiegazioni a Vendola prima di pubblicare l'intercettazione. Non ha ricevuto alcuna risposta dal governatore, che invece, a caso ormai esploso, si è sfogato ai microfoni di Repubblica: "Chiunque abbia ascoltato si rende conto che io non rido dei tumori, il cancro l'ho avuto in famiglia e so cos'è il dolore". Non ha mai riso dei malati di tumore, chiarisce Vendola, ma solo dell'immagine di Archinà che con un "guizzo felino, corre a togliere il microfono a un giornalista". In verità ad indignare il web è stata anche la stessa idea che limitare la libertà di un cronista di fare domande scomode facesse ridere un esponente di un partito che, come Sel, si è sempre battuto per la libertà di stampa. "L'intercettazione decontastualizzata - ha spiegato Vendola - è un tentativo di fare un processo prima nelle piazze e avere una facile condanna".

Il leader di Sel ha dato mandato ai propri avvocati di sporgere querela per diffamazione nei confronti degli autori dell'articolo: "Si è tentato di far intendere che in quella telefonata decontestualizzata io stessi ridendo per i morti di cancro. Questa è veramente un'operazione inaccettabile, uno sciacallaggio puro - ha attaccato Vendola - Il cancro ha abitato la mia vita, ha abitato casa mia, e credo che l'idea di darmi un colpo, cercando di delegittimarmi, sul terreno della sensibilità umana sia un'operazione vigliacca, volgare, a cui reagisco, naturalmente, tutelandomi anche in sede legale, come è giusto che sia".

Mentre la segreteria del partito fa quadrato intorno al leader garantendo "piena fiducia" e parlando di "attacco contro il presidente della Regione Puglia e contro di noi", a chiedere le dimissioni del governatore sono i parlamentari pugliesi di Camera e Senato del Movimento 5 Stelle: "Abbiamo provato estremo disgusto nell'ascoltare l'intercettazione. A Vendola non rimane che una strada: dimettersi da presidente della Regione Puglia e andare a casa. Ha perso ogni credibilità". La richiesta di dimissioni arriva a suon di tweet anche dalla rete, così come in tanti chiedono spiegazioni e si dicono delusi o indignati da quella telefonata commentando il fatto sulla pagina Facebook del governatore.

Non manca chi difende Vendola sostenendo che, oltre a non esserci alcun profilo penale nel suo comportamento, quella battuta sulla "scena esilarante" che vede protagonista Archinà è un semplice sfottò al dirigente e nulla di più. In realtà a far discutere è riflettere è comunque quel clima di vicinanza e contiguità tra poteri forti che è stato alla base delle recenti polemiche sul ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri, invitata a dimettersi, tra gli altri, proprio da Nichi Vendola e dagli esponenti del suo partito.

Nichi Vendola al telefono con Girolamo Archinà: l'audio dell'intercettazione

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017