Excite

Nicolas Sarkozy e le tangenti. 'Solo calunnie'

Il presidente francese Nicolas Sarkozy ha definito 'calunnie' le accuse piovute contro di lui secondo le quali l'ereditiera di L'Oreal, Liliane Bettencourt, avrebbe versato nel 2007 una tangente da 150mila euro per la sua campagna elettorale. Ma la polizia francese ha fatto sapere di avere le prove.

A dichiarare che il ministro del Lavoro Eric Woerth ricevette, in qualità di tesoriere del partito Ump, il denaro in nero per finanziare la campagna presidenziale di Sarkozy è stato l'ex contabile della Bettencourt.

A poco sembrano servire le smentite dell'Eliseo. Il racconto fornito dall'ex contabile dell'ereditiera pare essere molto dettagliato. I primi 50mila euro sarebbro stati ritirati in contanti dalla banca, metre gli altri 100mila euro sembra siano arrivati da un conto in Svizzera e poi consegnati nel corso di una cena da Patrice de Maistre, che gestisce il patrimonio della miliardaria francese, proprio ad Eric Woerth.

Sarkozy si è difeso affermando che si tratta di una 'calunnia che ha un solo scopo, infangare senza nessun collegamento con la realtà'. Ma l'Eliseo sembra stia pensando ad un imminente intervento in diretta tv del capo dello Stato. Nel frattempo Woerth, seppur nel centro del mirino, non vuole dimettersi. Riferendosi al suo ruolo di tesoriere dell'Ump, Woerth ha detto: 'Ora basta. Sono otto anni che sono tesoriere. Non mi si può rimproverare nulla'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016