Excite

Nicole Minetti querela Santoro per la battuta sui casini a Servizio pubblico

  • Facebook-Getty Images

Nicole Minetti non ci sta. Accusata di induzione alla prostituzione dai pm del processo Ruby, dileggiata sui social network, emarginata dagli stessi esponenti del suo partito. Passi tutto, ma l'insulto in diretta tv proprio non lo sopporta. Così ha deciso di sporgere querela nei confronti di Michele Santoro, che nella puntata di Servizio pubblico di giovedì scorso ha fatto dell'ironia piuttosto pesante sul suo conto, definendola un'esperta di "casini". E non intendeva certo il leader dell'Udc, ma bordelli in senso proprio.

Nicole Minetti sfila a Tutto sposi, ma l'assessore Tomasielli se ne va: le foto

A rivelare l'intenzione di intraprendere le vie legali è Diva e Donna: il settimanale di gossip racconta di una Minetti "andata su tutte le furie" per la battuta del giornalista, che avrebbe già dato chiesto ai suoi legali di attivarsi. La reazione della Minetti arriva con notevole ritardo rispetto ai fatti. Ripercorriamoli per capire qual è la "frase incriminata" di Santoro che gli costerà una querela per diffamazione.

Servizio pubblico, Michele Santoro rilancia: "Berlusconi stravince. E noi contiamo zero?"

Servizio pubblico, puntata di giovedì 17 gennaio 2013, la prima dopo lo show di Berlusconi che ha fatto segnare a Santoro e a La7 il record di quasi nove milioni di telespettatori. Gli occhi sono tutti puntati sul conduttore, preso di mira da destra e da sinistra durante l'intera settimana per l'esito della puntata-evento col Cavaliere. Dopo una lunga introduzione in cui Santoro propone con forza la sua interpretazione dei fatti, la puntata inizia come di consueto con gli ospiti in studio, nel caso specifico Gianfranco Fini, Maurizio Landini e Matteo Salvini.

Il fattaccio avviene proprio durante l'intervento dell'esponente della Lega Nord, che spiega il piano del suo partito per incrementare le entrate dello Stato: "Noi abbiamo idee molto concrete, che magari non piaceranno a qualcuno, come la tassazione della prostituzione - dichiara Salvini - In 7 Paesi europei si tassa la prostituzione, in Germania portano a casa 4 miliardi di euro. Il Vaticano non è d’accordo? Prenda atto che funziona in tanti paesi europei, altrimenti oggi la prostituzione c’è, non è controllata, non è tassata, non è regolamentata e ce l’abbiamo sotto casa". E qui interviene Santoro, con una battuta che gli ha procurato diverse critiche: "Insomma organizzare un pò di casini, magari chiedere una consulenza alla Minetti sarebbe interessante (...) in senso tecnico, intendo".

L'ironia di Santoro non è passata inosservata. Sui social network qualcuno l'ha definita una battuta sessista e di cattivo gusto. Altri si sono limitati a ricordare che il riferimento ai "casini" di Santoro non era del tutto fuori luogo, visto che l'ex igienista dentale del Cavaliere è sotto processo per induzione alla prostituzione, anche minorile, in merito al suo ruolo di organizzatrice delle feste di Arcore. Inevitabile che la stessa Minetti ne prendesse atto e reagisse di conseguenza.

La battuta di Santoro su Nicole Minetti:

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017