Excite

Niente Gigi D'Alessio per Letizia Moratti. Il cantante abbandona per paura

Doveva essere un grande evento e lui doveva essere l'artista di punta. Se ne è parlato tanto in questi giorni (leggi la notizia). Ma alla fine il cantante napoletano Gigi D'Alessio ha dato forfait al concerto organizzato per la chiusura della campagna elettorale del sindaco uscente Letizia Moratti che si è tenuto ieri sera in Piazza Duomo a Milano.

Il cantante ha spiegato così il suo gesto: 'Io mi sono sentito minacciato e onestamente ho avuto paura e me ne sono andato via'. Nessun giro di parole. D'Alessio lo ha ammesso. Ha avuto paura. Il cantante napoletano ha poi aggiunto: 'Io credevo di partecipare a una festa, pensavo fosse una festa per la musica, per la Moratti, per il Pdl. Ma quando ho ricevuto tutte minacce da parte di chi ha un giro politico diverso, diciamo dalla sinistra, mi sono sentito così male che ho pensato di ritornare. Tra l'altro mi sono anche risentito su delle parole che qualche esponente della Lega ha detto'. E ancora: 'A quel punto, ho ritenuto opportuno andarmene e togliere il fastidio e lasciare ai milanesi il giudizio su quello che è successo'.

Insomma: minacce, critiche. Tutto ciò ha contribuito a far decidere D'Alessio per l'abbandono, per il forfait. Di certo fin dal primo minuto la notizia della presenza del cantante napoletano al concerto in sostegno della Moratti ha scatenato un mare di reazioni, molte della quali raccolte sulla sua pagina del popolare social network Facebook.

A spiegarlo lui stesso: 'Basta andare su internet, su Facebook. Si vede di tutto, è successo di tutto'. E poi ci sono state alcune affermazioni provenienti dal Carroccio. A tal proposito il cantante ha spiegato: 'C'è stato un coglione della Lega che ha parlato male dei napoletani con un 'che c'entra il napoletano a Milano?'. E io mi sono risentito da napoletano. La canzone dovrebbe unire e non dividere. Quindi a questo punto ho detto: visto che la sinistra mi minaccia e queste cose mi fanno male a questo punto mi metto in aereo. E me ne sono andato'.

Al pubblico presente a Piazza Duomo per assistere all'esibizione di D'Alessio, l'annuncio del forfait lo ha dato Iva Zanicchi e subito si è levato un coro di proteste. Tra l'altro in un primo momento la Zanicchi ha parlato di un collegamento telefonico che poi non è avvenuto. Da sotto il palco, così, sono iniziate a partire parole di sfottò e dalla platea si è levato un coro di 'Pisapia, Pisapia'.

E' intervenuto allora Red Ronnie, anche lui qualche giorno fa preso di mira proprio attraverso la sua pagina Facebook (leggi la notizia). Red Ronnie ha chiamato D'Alessio il quale ha spiegato perché ha deciso di non presentarsi al concerto, sottolineando che per lui è sempre stato un onore suonare a Milano, ma che in questo momento 'c'è un brutto clima'. Sul palco è allora salito il ministro della Difesa Ignazio La Russa che, strappando una promessa al cantante napolenato, ha detto: 'Se la Moratti vince, allora la settimana successiva faremo una grande festa a Milano con Gigi D'Alessio e Van der Sfroos'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016