Excite

Nigeria: ostaggio italiano Franco Lamolinara ucciso in un blitz, scontro Monti - Cameron

  • YouTube

"Ho autorizzato il raid. Ma è con grande rammarico che devo annunciare che sia Chris che Franco hanno perso la vita". Così David Cameron, primo ministro britannico, ha annunciato ieri sera il fallimento del blitz per la liberazione dei due ostaggi Franco Lamolinara (italiano) e Chris McManus (inglese). L'ordine di far partire l'attacco è partito ieri alle otto, ora di Londra (le 9 in Italia), dopo una riunione del Cobra, il comitato britannico di emergenza.

VIDEO: I DUE OSTAGGI BENDATI IN BALIA DEI TERRORISTI ARMATI

I due ingegneri erano stati sequestrati a Birnin Kebbi il 12 maggio scorso, nell'estremo Nord-Ovest nigeriano, da membri del gruppo terroristico islamista Boko Haram.

Il premier inglese ha prima telefonato a Mario Monti e poi ha parlato ai microfoni di Downing Street: "La finestra di opportunità stava chiudendosi" [...] "Aspettiamo conferme, ma tutto lascia pensare che Chris e Franco siano stati uccisi dai rapitori prima che potessero essere salvati" [...] "Il terrorismo e orribili crimini come questo sono una vergogna per il nostro mondo. Nessuno dovrebbe dubitare della nostra determinazione di combatterlo".

La telefonata di Cameron è arrivata mentre Monti era su un aereo di Stato di ritorno da Belgrado. Una lunga discussione, pare, in cui il capo del Governo italiano si è infuriato col primo ministro britannico. "Perché non ci avete avvertito prima? Dovevamo avere il tempo di dire la nostra, di fare delle valutazioni insieme"[...] "Vogliamo approfondire, chiediamo dei chiarimenti, un supplemento di informazioni".

Poi il governo ha contattato le autorità africane: "Monti ha chiesto al Presidente della Nigeria Jonathan in una conversazione telefonica, questa sera, di avere al più presto una ricostruzione dettagliata delle circostanze che hanno portato all’uccisione degli ostaggi Franco Lamolinara e Christopher McManus". Spiega una nota sul sito di Palazzo Chigi.

Un'altra nota, sempre sul sito del Governo, specifica che "dal momento del sequestro le autorità italiane avevano seguito la vicenda in stretto collegamento con quelle britanniche. Nelle ultime ore si è verificata un'accelerazione imprevista e, nel timore di un imminente pericolo di vita per gli ostaggi, l’operazione è stata avviata autonomamente dalle autorità nigeriane con il sostegno britannico, informandone le autorità italiane solo ad operazione avviata".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016