Excite

No-B Day e le polemiche sulla mancata diretta tv della Rai

Manca ormai molto poco alla manifestazione No-B Day, ossia la giornata di mobilitazione contro il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in programma a Roma domani, nata da un gruppo spontaneo di cittadini che hanno aperto una pagina su Facebook raccogliendo, in un mese, circa 250mila adesioni spontanee provenienti da tutta Italia e non solo.

A poche ore il dibattito si fa sempre più acceso. A sollevare le polemiche è la mancata concessione da parte della Rai della diretta tv al Tg3. La Rai ha, infatti, detto no alla richiesta della direttrice del Tg3 Bianca Berlinguer di trasmettere diretta e approfondimenti della manifestazione.

Vana è stata dunque anche la richiesta del comitato promotore dell'evento che martedì pomeriggio si è riunito sotto la sede della Rai in Viale Mazzini a Roma per cercare di ottenere la copertura mediatica. La manifestazione sarà seguita solo da Sky e da Rainews.

A quanto pare domani in Piazza San Giovanni si riuniranno 350mila persone con tante bandiere viola. Come hanno spiegato gli organizzatori, tale colore è stato scelto perché "il viola non è solo il colore del lutto, ma anche quello dell'energia vitale, dell'autoaffermazione".

Intanto, però, la decisione della Rai ha scatenato le reazioni del mondo politico. Il leader dell'Idv Antonio Di Pietro ha accusato il Pd. Come sottolineato da Il Corriere della Sera Di Pietro ha detto:"Se la dirigenza del Pd avesse accettato di metterci la faccia, oggi la Rai non avrebbe avuto il coraggio di dire no alla diretta. Lancio un ramoscello d'ulivo ai dirigenti assenti per ripensarci. Farà più rumore la loro assenza che l'umiltà di chi sta in seconda fila. Ci appelliamo alla presidenza della Rai e alla commissione di Vigilanza per un ripensamento, altrimenti sarà la prova che il servizio pubblico segue due pesi e due misure".

Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani ha replicato: "Se qualcuno mette il cappello sulla manifestazione fa un danno all'autonomia dei movimenti e alla speranza che loro siano un presidio alla difesa dei valori costituzionali. Il Pd non è tentennante. E' rispettoso e in ogni caso, pur nel rispetto dell'autonomia dei movimenti, tanti nostri elettori e dirigenti saranno in piazza".

Secondo il consigliere Rai Nino Rizzo Nervo si tratta di una decisione "molto grave". Rizzo Nervo ha affermato: "La decisione di negare al Tg3 la possibilità di realizzare un approfondimento con dirette dalla piazza sulla manifestazione di sabato prossimo, la prima in Italia organizzata dalla Rete è molto grave e lede i poteri e l'autonomia del direttore di testata. Spero che la direzione generale torni sui suoi passi e che anche il nuovo direttore di Rai3, al quale spettano le decisioni sul 'suo' palinsesto, appoggi con convinzione e determinazione la richiesta di Bianca Berlinguer. Compito del servizio pubblico è raccontare il paese e la diretta, che ha caratterizzato in questi anni l'informazione sulla Terza rete, è lo strumento principe che rende unico il racconto televisivo. Affermare che sarà gestita da Rainews24 è una grande ipocrisia perché Rainews oggi è vista in chiaro dal 30 per cento della popolazione italiana".

Mercoledì alle 12 gli organizzatori della manifestazione "No-B Day", Francesco Nizzoli ed Emanuele Toscano, sono stati ospiti di "Orzo", il live show di Excite Italia condotto da Diego Bianchi. Guarda la puntata.

Foto: noberlusconiday.org

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016