Excite

Nunzia De Girolamo si è dimessa da ministro dell'Agricoltura: "Il governo non mi ha difeso"

  • Getty Images

Nunzia De Girolamo lascia il governo: la ministra dell'Agricoltura ha annunciato le sue dimissioni con una nota ufficiale, rimproverando l'esecutivo Letta di non averla difesa dopo il suo coinvolgimento nel caso dell'inchiesta sugli appalti dell'Asl di Benevento. "E' in atto un complotto contro di me" aveva dichiarato in Aula l'esponente del Nuovo Centro Destra, che non è formalmente indagata, anche se le registrazioni effettuate in casa sua sono finite tra gli atti dell'inchiesta in corso alla Procura di Benevento sul cosiddetto "direttorio" che pilotava nomine e appalti dell'Asl.

Servizio pubblico, Michele Santoro sbugiarda Nunzia De Girolamo: "Attrice perfetta per Sorrentino"

"Mi dimetto da Ministro - si legge nella nota diramata dalla De Girolamo nella serata di domenica 26 gennaio - L’ho deciso per la mia dignità: è la cosa più importante che ho e la voglio salvaguardare a qualunque costo. Ho deciso di lasciare un ministero e di lasciare un governo perché la mia dignità vale più di tutto questo ed è stata offesa da chi sa che non ho fatto nulla e avrebbe dovuto spiegare perché era suo dovere prima morale e poi politico. Non posso restare in un governo che non ha difeso la mia onorabilità".

Nunzia De Girolamo, ipotesi dimissioni per le telefonate sugli appalti all'Asl: "Stronzi, qui comando io"

Una frecciata diretta al premier Enrico Letta e al vicepremier nonchè collega di partito Angelino Alfano. Dopo aver riferito in Parlamento sulla vicenda degli appalti del'Asl di Benevento, il Movimento 5 Stelle aveva presentato una mozione di sfiducia, la cui discussione è stata calendarizzata il 4 febbraio prossimo.

La decisione della De Girolamo arriva il giorno seguente la notizia di un'indagine in corso della magistratura e della Guardia di Finanza riguardo la gestione dei fondi Comunitari da parte del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e di Agea, società controllata al 51%, che ha il compito di erogare i fondi. Si indaga su una presunta associazione a delinquere, che avrebbe agito per aggirare le regole e frodare l'Unione europea per milioni di euro. La De Girolamo si era pronunciata sul caso con una nota sul suo sito ufficiale, in cui spiegava che l'indagine "è in corso da tempo e riguarda vicende che precedono il mio insediamento al Palazzo dell'agricoltura, avvenuto nel mese di aprile 2013".

Le dimissioni sembrano anche avallare le indiscrezioni apparse sulla stampa nazionale, secondo le quali Nunzia De Girolamo starebbe meditando un ritorno a Forza Italia. Nominata ministro il 28 aprile 2013, solo lo scorso novembre aveva deciso di continuare ad appoggiare il governo Letta e di sposare il progetto del Nuovo Centrodestra guidato da Angelino Alfano.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017