Excite

Nuova mappa dell’Italia, le regioni diventano 12. Ecco i dettagli della riforma

  • Fonte Twitter @bompresso01

Nel giro di circa un paio di mesi le regioni italiane potrebbero passare da 20 a 12. Non è la trama di un film, ma è in sintesi il contenuto di una riforma, già presentata alla Camera, che verrà portata presto (circa sessanta giorni) al vaglio dell’esecutivo del Governo da due esponenti del PD, i parlamentari Roberto Morassut e Raffaele Ranucci. Il motivo? Visti i tempi che corrono la proposta è finalizzata naturalmente alla riduzione dei costi che comportano le 20 regioni attuali.

Guarda le foto dell’Italia vista dallo spazio

L’idea, per certi aspetti rivoluzionaria, consiste nell’accorpamento di alcune regioni sia del nord che del sud. La nuova cartina del Bel Paese, descritta da una relazione della Commissione Tecnica che ha studiato il progetto, “eliminerà” infatti alcune regioni creandone di nuove certamente con una superficie più ampia rispetto alle precedenti.

Cosa cambierà? Partendo dal settentrione, le regioni Piemonte, Valle D’Aosta e Liguria, secondo il progetto, verrebbero unificate formando così la Regione Alpina. Scendendo un po’, le Marche, l’Abruzzo e il Molise formeranno insieme un unico grande territorio che prenderà il nome di Regione Adriatica, mentre il Veneto, il Friuli Venezia Giulia e il Trentino Alto Adige si uniranno dando vita alla regione del Triveneto. La Lombardia sarà l’unica regione del Nord che non subirà alcuna modifica.

Passando per il centro troveremo la nuova regione che verrà rinominata l’Emilia e l’Appenninica. Questa nuova zona accorperà le regioni: Toscana, Umbria e la provincia di Viterbo della regione Lazio che è destinata a scomparire. Verrà infatti smembrata dando vita al Distretto di Roma Capitale e alla Regione Tirrenica che accorperà le provincie meridionali del Lazio e la regione Campania.

Arrivando quindi al sud, la Basilicata non ci sarà più, la provincia di Matera andrà a comporre con la Puglia il Levante, mentre la regione Calabria si trasformerà nella regione del Ponente.

Infine, per concludere con le Isole, la Sicilia e la Sardegna rimarrebbero inalterate.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017