Excite

Obama-Renzi, incontro alla Casa Bianca: "Colpito dall'energia del premier italiano"

  • Youtube

Più che un incontro, alla Casa Bianca è andata in scena quasi una limonata fra Barack Obama e Matteo Renzi. Il presidente Usa e il premier italiano si sono lasciati andare a complimenti reciproci. "L'Italia è sulla strada giusta", dice Barack, "Ci ispiriamo agli Stati Uniti", replica Matteo. Idillio totale, insomma, tanto che da un momento all'altro ci si aspettava pure lo scambio delle fedi.

FEDELE ALLA LINEA - La notizia non sorprende. Anche perché, pure volendo, altra possibilità non avrebbe. Anche perché, in caso contrario, la novella non avrebbe molto turbato il sonnelino di Barack. Ma, guardate un po', il presidente del consiglio italiano è d'accordo praticamente su tutta la linea Obama, compresa la strategia libica e la preoccupazione per le sorti della Grecia. In caso contrario non si sa fino a che punto la notizia avrebbe potuto turbare il sonnelino di Barack.

Spinning ed alimentazione, la dieta super della signora Renzi

CAPITOLO LIBIA - Renzi è uscito rinfrancato dall'incontro con Obama. "Ora ho la convinzione che la piena condivisione con gli Usa porterà buoni frutti. L'Italia è pronta ad assumersi la guida diplomatica in Libia, l'importante sarà fermare il traffico umano perché il mediterraneo è diventato un cimitero".

CAPITOLO GRECIA - Obama e Renzi hanno espresso preoccupazione per le sorti della Grecia. "Il paese ellenico deve fare tanto in termini di riforme, riduzione della burocrazia, introduzione della flessibilità". Stesso tenore delle dichiarazioni del premier italiano: "Bisogna lavorare con forza per torvare un accordo. Rispetto per il governo locale, ma Atene dovrà rispettare gli accordi del passato".

CAPITOLO IRAN - Obama ha aggiornato Renzi sullle trattaive che riguardano il disarmo nucleare di Teheran. Fino alla sottoscrizione dell'accordo, l'Iran continuerà a pagare le sanzioni.

CAPITOLO AFGHANISTAN -Anche in questo caso sintonia perfetta ed una buona notizia per Obama, visto che Renzi ha annunciato che i soldati italiani resteranno in Afghanistan più tempo del previsto (tanto mica è lui a rischiare di farsi saltare gli scroti su una mina).

Quindi via libera al flirt. Nella conferenza stampa congiunta, Obama ha dichiarato di essere assai colpito dall'energia di Renzi, bravo a schierarsi contro lo Status Quo (sic) "Buone le riforme, Renzi è una voce guida per l'intera Europa", ha sentenziato Barack, che considera l'Italia "uno degli alleati più vicini e forti".

"L'Italia è il paese che amo", no non è il replay del discorso con cui Berlusconi, nel '94, annunciò la discesa in campo, ma le parole del Presidente Usa "Pur non avendo antenati italiani. Il premier italiano, dal suo canto, ha detto che gli Stati Uniti sono un modello da seguire".

Renzi ha realato una bottiglia di vino toscano ad Obama, che ha avuto modo di affrontare anche il discorso Expo. "Sono convinto che molti americani visiteranno l'Expo di Milano. Il cibo è un qualcosa che l'Italia consoce molto bene, terrò un rapporto su questo vino", ha scherzato.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017