Excite

Operaio in mutua contesta Bonanni: licenziato

Damiano Piccione, 30enne operaio edile della Itinera era un lavoratore come tanti prima di balzare ufficialmente agli onori della cronaca. L'uomo infatti è stato protagonista di un curioso episodio.

In mutua da dieci giorni, partecipò alla contestazione dell’8 settembre scorso al leader della Cisl, Raffaele Bonanni, alla festa del Partito Democratico. Per sua sfortuna però venne ripreso dalle telecamere, incappando per conseguenza in un licenziamento in tronco.

La decisione delle ditta ha scontetato Piccione, che ha deciso di impugnare il licenziamento innanzi al giudice del lavoro, spiegando che il suo problema di salute gli impedisce di sollevare carichi, e quindi di operare al cantiere, ma non di presenziare ad eventi e manifestazioni varie.

Come se non bastasse, l'operaio ha lanciato ulteriori strali nei cronfonti del sindacato d'appartene dichiarando: 'Dubito che l’azienda vada a controllare chi partecipa alle contestazioni. È come se la Fiat andasse a vedere se qualche suo dipendente partecipa agli scontri di Terzigno. Secondo me c’è stata una segnalazione della Cisl'.

Immediata ovviamente la reazione del sindacato dei lavoratori, che ha smentito ogni accusa: 'In relazione all’ipotesi avanzata dall’operaio Damiano Piccione che ci attribuisce una pressione nei confronti dell’azienda per il suo licenziamento - spiega la Cisl - non è nella nostra cultura e tantomeno nel nostro dna danneggiare i lavoratori, chiedendone l’allontanamento dal posto di lavoro solo perchè non la pensano come noi o ci contestano in modo non democratico'.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016