Excite

Papa Francesco telefona a Marco Pannella: sospeso sciopero della sete, impegno di Bergoglio sulle carceri

  • Getty Images

C'è voluto l'intervento di Papa Francesco perchè Marco Pannella smettesse lo sciopero della sete: il leader dei Radicali aveva portato avanti la sua forma estrema di protesta nonostante l'intervento all'aorta addominale dello scorso lunedì, per chiedere il miglioramento delle condizioni dei detenuti nelle sovraffollate carceri italiane.

Marco Pannella ricoverato in terapia intensiva. Operato al cuore, Rita Bernardini rassicura: "Sta bene"

Papa Bergoglio ha telefonato a Marco Pannella per sincerarsi delle sue condizioni di salute dopo l'operazione chirurgica di qualche giorno fa: il colloquio sarebbe durato oltre venti minuti e avrebbe indotto il politico a sospendere, seppur temporaneamente, lo sciopero della sete.

Secondo quanto riferito all'Adnkronos dal leader radicale, durante la telefonata con Papa Francesco ha "accettato per riconoscenza verso di lui" di interrompere la sua protesta, bevendo "una tazza di caffè". Ad ogni modo Pannella ha confermato che non demorderà sull'argomento nonostante le condizioni di salute difficili: "Per il resto, continuerò lo sciopero della sete e il Satyagraha, accettando però di sottopormi a due trasfusioni di sangue nei prossimi giorni, secondo la prescrizione dei medici".

Pannella non ha smentito, e nemmeno confermato, di aver parlato di amnistia col Papa al telefono, ma secondo Radio Radicale il Pontefice lo avrebbe incoraggiato a continuare la sua battaglia per migliorare le condizioni delle carceri garantendo il suo personale impegno sulla questione: "Ma sia coraggioso, Eh!!! Anche io l'aiuterò, contro questa ingiustizia... Io ne parlerò di questo problema, ne parlerò dei carcerati". Il leader Radicale avrebbe indicato la soluzione in una "parola chiave..." ben precisa, l'amnistia appunto.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017