Excite

Pd contro Fedez per l'inno M5S: "E' sceso in politica, Sky spieghi". La replica: "Siamo tornati al fascismo". Fuori da X Factor?

  • Facebook

Esplode il caso Fedez e non si tratta di X Factor ma di una vera e propria bufera che oltre al rapper coinvolge il Pd e il M5S. Andiamo con ordine. In occasione della convention al Circo Massimo organizzato dal movimento di Grillo è stato lanciato sul blog l’inno ufficiale ovvero una canzone di Fedez dal titolo “Non sono partito”. Nel testo sono presenti alcune critiche al presidente Napolitano con un chiaro riferimento alla sua testimonianza al processo Stato-mafia: “Caro Napolitano, te lo dico con il cuore o vai a testimoniare oppure passi il testimone! Dove sono i nastri dell'inchiesta?”.

(Fedez canta l'inno "Non sono partito")

Il Pd non gradisce, minaccia una denuncia per vilipendio e il rapper a stretto giro risponde sulla sua pagina Facebook: “Oggi (l’onorevole) Stefano Pedica ha avuto l’ardire di accusarmi di Vilipendio per il testo di “Non sono Partito”; mi viene proprio da ridere. Tralasciando il fatto che il reato di Vilipendio implica un’offesa e che gli unici a sentirsi offesi dalle istituzioni sono i cittadini, mi chiedo come il fatto di augurarsi che il CAPO DELLO STATO si presenti SPONTANEAMENTE a deporre su una questione così delicata come la trattativa Stato-Mafia possa essere considerato un reato. A meno che non si ripristini la censura e tutto ciò che non è allineato con il potere venga etichettato come diffamatorio.”

Fedez e l'inno per il Movimento 5 Stelle

Non sono intimidito, si è solo passati dal metodo “Boffo” al metodo “Goffo” continua il rapper che spiega che la sua intenzione non è quella di fare propaganda politica ma di credere fortemente nella concezione di “cittadinanza attiva”. La questione però non si chiude qui anzi si allarga con le dichiarazioni di due deputati del Pd, Federico Gelli ed Ernesto Magorno, che come riportano le agenzie di stampa chiedono spiegazioni a Sky: "Sarebbe interessante sapere come sia giudicata da Sky, che ha mostrato sempre grande equilibrio ed equidistanza nel rapporto con la politica, l'affiliazione pubblica di Fedez al Movimento 5 stelle, visto che il rapper è uno dei volti di punta dell'emittente satellitare come giudice di X Factor. (..) La decisione di Fedez di scendere in campo in politica, come autore dell'inno ufficiale della manifestazione di Beppe Grillo e del suo partito al Circo Massimo, può creare certamente uno scollamento con l'immagine sempre imparziale di Sky.”

Poche ore fa è arrivata la replica di Fedez ancora una volta su Facebook: “Apprendo ora che due esponenti del PD hanno fatto esplicita richiesta a SKY di prendere posizione riguardo al mio ruolo e alla mia presenza nel programma di X Factor per aver espresso un'opinione politica al di FUORI da tale contesto. Io non sono a X Factor per fare propaganda e mai l'ho fatta, ma da cittadino ho le mie idee politiche e non ho nessun motivo per tenerle nascoste, il fatto che per averle espresse si chieda la mia testa ci riporta indietro di 60 anni alla censura e al fascismo. Buona notte a tutti”. Sky, per ora, non commenta la vicenda.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017