Excite

Pd - Radicali: crisi rientrata, accordo scritto

Appare rientrata la crisi interna al Pd seguita alla protesta dei Radicali. Ieri sera i dirigenti del partito di Marco Pannella (Turco, Bernardini, Coscioni, Mecacci, Perduca, Poretti, Zamparutti e Beltrandi) hanno firmato un nuovo accordo davanti ad un notaio e hanno fatto sapere con una lettera indirizzata al coordinatore del Pd, Goffredo Bettini, di aver accettato le proposte del Partito Democratico sulla composizione delle liste.

"Adesso speriamo che speditamente si continui a seguire quanto insieme si era deciso e concepito". Così ha affermato Marco Pannella, parlando questa notte a Radio Radicale, dopo una lunga riunione al quartier generale del suo partito e commentando l'accordo siglato con il Pd e la nota del coordinatore democratico Goffredo Bettini su questo.

Pannella ha osservato che durante la riunione si è convenuto sul fatto che "occorrerebbe un tantino meno di nervosismo" rispetto a quello di questi giorni. Pannella ha poi ringraziato quanti hanno aderito alla sua iniziativa e ha lasciato intendere che continuerà nella sua azione non violenta di sciopero "per la difesa nel mondo della parola data". "Si andrà avanti - ha concluso - e spero che questo diventi un fatto non solo domestico ma transnazionale".

Questa la conferma di ieri di Bettini: "Ho ricevuto in serata tramite una lettera l' accettazione formale dei Radicali alla nostra proposta sulle liste". A questo punto ritengo che non ci sia più alcuno spazio emotivo per dubbi e polemiche e che tutti insieme finalmente si possa concorrere alla battaglia elettorale così difficile e appassionante che ci sta dinanzi".

Ieri la tensione tra Radicali e Pd aveva raggiunto soglie elevati. Bettini era arrivato a minacciare i Radicali: "Non possiamo andare avanti con questo (Pannella, ndr) che ci riempie di insulti ogni giorno e ogni pomeriggio fa una conferenza stampa per rovesciarci addosso contumelie. Siamo in campagna elettorale, vi pare possibile un alleato che rema contro?. O arriva una decisione o salta l'accordo".

Nelle stesse ore però, dal quartier generale radicale, era partita la lettera di "pace" e accettazione delle liste elettorali. La conferma dell'accordo raggiunto pare essere la candidatura, dopo l'iniziale sorprendente esclusione, di Beppe Lumia: numero 2 dell'Antimafia. Sarà capolista in Sicilia al Senato.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016