Excite

Pd, Serracchiani su Twitter contro D'Alema e la Bindi: "Di nuovo in azione la premiata ditta"

Sono quasi ai ferri corti la vecchia e la nuova classe dirigente del Partito democratico, dopo una giornata di scontri dialettici culminati nel tweet polemico di Debora Serracchiani: "Eccoli di nuovo in azione: la premiata ditta Bindi-D'Alema all'opera, ma non riusciranno a fermare il PD e le riforme".

Debora Serracchiani Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia: vince di un soffio

La giornata è iniziata con il duro affondo del sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio: "Se la minoranza del Pd vuole andare a votare lo dica. Noi vogliamo continuare e arrivare fino al 2018". Il riferimento è per quanto successo il giorno prima in commissione Affari costituzionali alla Camera, dove il governo era andato sotto su due emendamenti a firma dei dissidenti del Pd e di Sel. Ha aggiunto Delrio e braccio destro del premier Matteo Renzi: "Gli incidenti parlamentari possono anche capitare, ma quello che è successo ieri non esiste. C'è un accordo, il governo è impegnato ad andare avanti con il programma, basta segnali di vecchia politica."

A stretto giro è arrivata però la replica di Massimo D'Alema, esponente di spicco dell'ala storica del partito, in molti casi anti-renziana. L'ex presidente del Consiglio ha definito "stupefacente che una persona ragionevole come il sottosegretario Delrio, nel giorno in cui escono i dati della produzione industriale con l'ennesimo segno meno a conferma della gravità della crisi del nostro paese, non trovi di meglio che minacciare i parlamentari". Quindi, in serata, l'intervento su Twitter della Serracchiani, che è del Pd è vice-segretario, e che farà sicuramente discutere.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017