Excite

Pdl Lazio: Guardia di Finanza perquisisce la sede e la casa di Fiorito

  • YouTube

A scoperchiare il vaso di Pandora sono stati i Radicali, che lo scorso agosto hanno pubblicato sul proprio sito il bilancio 2011 'svelando' i finanziamenti pubblici ai gruppi consiliari della Regione Lazio, e da lì è partita l'indagine della Guardia di Finanza che ha portato nei giorni scorsi all'apertura di un'inchiesta per peculato a carico dell'ex capogruppo Pdl Franco Fiorito e oggi alla perquisizione per "acquisizione di documenti" nella sede della Pisana e nell'abitazione dello stesso Fiorito.

Regione Lazio, contributi ai partiti 4 volte più alti che alla Camera

Quello su cui gli investigatori vogliono fare chiarezza sono i 753 mila euro di auto-bonifici, in tranche da 4.190 euro e da 8.380 euro (esattamente il doppio), che Fiorito si è versato in 24 mesi di lavoro adducendo come causale l'Articolo 8 della Legge regionale 14/98, ovvero "rimborso delle spese sostenute al fine di mantenere il rapporto tra eletto ed elettore". Peccato, come viene fatto notare da più parti, che per arrivare a una simile cifra il consigliere avrebbe dovuto prestare servizio almeno 15 anni. Ma non solo. Oltre ai 109 bonifici, Fiorito dovrebbe rispondere anche dell'acquisto di una Bmw X5 e di una Smart, ufficialmente per il gruppo Pdl ma intestate a lui, di un soggiorno in un albergo di lusso a Porto Cervo (30 mila euro) e di pagamenti alla Telecom per "morosità residenziali o business" (38 mila euro).

Come documenta Il Corriere della Sera, tuttavia, lo scandalo dell'utilizzo di finanziamenti pubblici per fini privati non sarebbe circoscritto al solo Fiorito - che dopo essersi dichiarato "estraneo ai fatti" ha deciso di sospendersi e sarà difeso da Taormina - ma sarebbe esteso anche ad altri consiglieri, tra cui il nuovo capogruppo Francesco Battistoni. Cene (dagli 800 ai 6.000 euro), computer, Blackberry, agende, buoni benzina, francobolli e versamenti a varie associazioni e agenzie di comunicazione e consulenza: un calderone dal quale gli uomini delle Fiamme Gialle stanno pescando davvero di tutto, anche un rimborso spese presentato da Andrea Bernaudo (Lista Polverini) per una cena a due con ostriche francesi, plateau royale e vino Chardonnay al costo di 175 e 140 euro.

Fondi Pdl, Fiorito: "Con Alfano chiarimenti. Non mi dimetto"

Una situazione a dir poco esplosiva per la governatrice del Lazio, Renata Polverini, che ieri dopo avere parlato faccia a faccia con il segretario del Pdl Angelino Alfano e avere cercato un confronto (poi non avvenuto) anche con Silvio Berlusconi, ha tuonato: "Voglio provvedimenti severi, altrimenti chiarirò come voglio proseguire i rapporti economici tra giunta e consiglio". Ovvero: controllo di tutte le fatture da parte del Segretariato generale, con la supervisione della Guardia di Finanza, o taglio netto dei finanziamenti a tutti i partiti.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017