Excite

Pensioni, intesa Berlusconi-Lega? La Padania smentisce

Accordo sì, accordo no. Stando a quello che ha dichiarato ieri sera il Ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini, ospite a Ballarò, Silvio Berlusconi e Umberto Bossi avrebbero trovato un'intesa sul nodo delle pensioni.

'Con la Lega abbiamo raggiunto un accordo sull'innalzamento dell'età pensionabile a 67 anni per donne e uomini ma non sulle pensioni di anzianità". Il Premier quindi sarebbe pronto a presentare le misure anticrisi richieste dall'Ue, nella lettera di 15 pagine che Berlusconi porterà al Consiglio europeo oggi pomeriggio a Bruxelles. Tutti i quotidiani confermano la notizia tranne uno, forse quello più legittimato a parlare in questo momento, 'La Padania'.

Il quotidiano del Carroccio apre in prima pagina: 'Pensioni, la Lega non molla' e riporta alcune significative dichiarazione del leader della Lega: "La pensione a 67 anni non la possiamo fare, la gente ci ammazza". Conferma le intenzioni di non approvare una riforma di questo tipo anche il deputato leghista, Giovanni Fava, intervistato questa mattina ad Omnibus: 'Il sistema pensionistico non si cambia con il nostro voto: su questo punto non faremo un passo indietro nemmeno di un millimetro".

Dopo il vertice di maggioranza che si era svolto ieri (leggi la news) a palazzo Grazioli, il Premier aveva detto: 'Una strada l'abbiamo trovata, dobbiamo vedere cosa dice l'Europa". Forti timori invece li manifesta il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, consapevole che sicuramente l'accordo 'a ribasso' ottenuto dalla maggioranza non soddisferà le richieste dell'Ue: "Per l'Italia è obiettivo fondamentale il recupero di uno stabile percorso di crescita della produzione e dell'occupazione da conseguire congiuntamente a quello non più rinviabile dell'equilibrio strutturale dei conti pubblici e della riduzione del debito pubblico".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016