Excite

Pietro Ingrao è morto, lo storico leader del Pci aveva 100 anni

Pietro Ingrao è morto. Lo storico leader del Pci è scomparso a Roma all'età di 100 anni, compiuti lo scorso 30 marzo, dopo una vita piena e densa di soddisfaizoni. Ingrao era nato a Lenola, provincia di Latina, e nel 1939 inzia la sua attività antifascista fino ad aderire al Partito Comunista Italiano nell'anno successivo.

Il politico aveva partecipato alla Resistenza partigiana e alla fine della seconda guerra mondiale divenne un vero e proprio punto di riferimento per la parte del paritito molto attento ai movimenti della società. Divenne deputato nel 1950 e capogruppo tra il 64 e il 72, negli anni precedenti aveva diretto per un lungo periodo L'Unità. Ingrao è stato il primo comunista a presiedere la Camera dei Deputati dal 1976 al 1979 (quindi anche durante il rapimento Moro).

Nella sua carriera si oppose alla trasformazione di Occhetto del Pci in Pds e negli anni successivi aderì a Rifondazione comunista. Negli ultimi anni si è dedicato alla scrittura e alla riflessione occupandosi più volte di pace, razzismo e lotte operaie. Nel 2007 aveva pubblicato la sua autobiografia dal titolo "Volevo la luna".

E' arrivato subito il commento del premier Matteo Renzi: "Con Pietro Ingrao scompare uno dei protagonisti della storia della sinistra italiana. A tutti noi mancherà la sua passione, la sua sobrietà, il suo sguardo, la sua inquietudine che ne hanno fatto uno dei testimoni più scomodi e lucidi del Novecento, della sinistra, del nostro Paese".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017