Excite

Pizza rinuncia al ricorso, si vota il 13 e 14 aprile

"Faremo una campagna elettorale simbolica e rinunceremo a correre alle prossime elezioni", queste le parole di Giuseppe Pizza, segretario della Democrazia Cristiana, che in un'intervista a Radio24 ha così annunciato la sua decisione. "Appartengo ad un partito - ha spiegato Pizza - che ha sempre dimostrato senso dello Stato".

Successivamente sono arrivate delle precisazioni da parte di Pizza: "Le notizie apparse sulle agenzie e rilanciate dagli organi di stampa sono destituite di ogni fondamento. Nella trasmissione radiofonica di Radio 24 ho solo dichiarato che la Democrazia Cristiana per senso di responsabilità e rispetto delle Istituzioni dello Stato potrebbe decidere di rinunciare alla legittima richiesta di rinvio del voto facendo una campagna elettorale, che in soli dieci giorni non può essere che di testimonianza. Abbiamo combattuto una battaglia per il ripristino della legalità e dello stato di diritto, per riportare lo Scudo Crociato sulle schede elettorali e certamente avendola vinta non rinunceremo ai nostri diritti".

In seguito Pizza ha incontrato il leader del Pdl Berlusconi, confermandogli che la Dc si presenterà alle elezioni senza chiederne il rinvio.

Numerose critiche si erano sollevate in seguito alla possibilità ventilata da Amato di spostare la data del voto. Il candidato premier del Popolo della libertà Silvio Berlusconi aveva detto: "Faccio un appello alla Dc affinché abbia senso di responsabilità e rinunci alla richiesta di avere ulteriori giorni per la campagna elettorale". Dello stesso avviso il leader del Partito Democratico Walter Veltroni: "Sarebbe un colpo di immagine gravissimo per il Paese".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016