Excite

Immigrazione clandestina, è polemica tra Maroni e l'Ue

E' caldo il tema del flusso di immigrazione clandestina proveniente dalla Tunisia e diretto verso l'Europa, in particolar modo verso l'Italia. Questo pomeriggio il ministro degli Esteri Franco Frattini sarà a Tunisi per sottolineare la necessità di un'azione congiunta da parte dei due governi. La Tunisia, infatti, ha respinto 'qualunque ingerenza nei suoi affari interni'.

Nel frattempo si sta registrando uno scontro tra il nostro Paese e l'Unione europea sulla gestione dei flussi di immigrati provenienti proprio dalla Tunisia. Secondo il commissario agli Affari interni dell'Unione Europea, Cecilia Malmstrom, l'Italia avrebbe rifiutato gli aiuti offerti dalla Ue. La Malmstrom ha così respinto le accuse mosse dalle autorità italiane sulla latitanza di Bruxelles nel fronteggiare l'emergenza immigrati.

Attraverso una nota, il commissario agli Affari interni dell'Unione Europea ha fatto sapere: 'Da sabato sono stata formalmente in contatto con le autorità italiane, a cui ho chiesto in che modo la Commissione poteva dare il proprio aiuto. La loro risposta è stata 'no grazie, in questo momento non ne abbiamo bisogno''.

Ma le parole della Malmstrom sono state smentite dal ministro dell'Interno Roberto Maroni, che aveva chiesto la collaborazione delle istituzioni europee per fronteggiare l'emergenza umanitaria degli immigrati provenienti dai Paesi del Maghreb, in particolare dalla Tunisia, e che aveva lamentato l'assenza delle istituzioni europee.

Isabella Votino, portavoce del ministro Maroni, ha detto: 'Non è vero che l'Italia ha rifiutato l'aiuto della Commissione europea nell'affrontare gli sbarchi provenienti dalla Tunisia. Maroni e Malmstrom hanno parlato sabato'. Il portavoce di Maroni ha poi fatto sapere che il ministro ha avanzato diverse richieste all'Ue, ad esempio l'intervento di Frontex per il controllo del Mediterraneo, la gestione dei centri per gli immigrati e il rimpatrio dei clandestini secondo il principio della condivisione degli oneri. E poi ha aggiunto: 'Per quanto riguarda queste richieste, non abbiamo ricevuto alcuna risposta al momento. Comunque non abbiamo bisogno di fare della polemica con il commissario Malstrom, per la quale Maroni ha avuto parole di lode'.

Il ministro Maroni, poi, parlando della proposta avanzata dall'Italia di dispiegare forze di polizia sulle coste tunisine ha affermato: 'L'intenzione del governo italiano è di offrire un aiuto alla polizia tunisina inviando le nostre forze per controllare le coste, la sola maniera di impedire le partenze di immigrati clandestini. Oggi in Tunisia non c'è più un sistema di sicurezza e noi siamo disposti a offrire risorse, mezzi e navi vedetta'.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016