Excite

Processo breve, una giornata di tensione dentro e fuori l'Aula

Il sit-in che si è svolto nel tardo pomeriggio di ieri davanti a Montecitorio contro la 'forzatura' della maggioranza in aula sul processo breve (leggi la notizia) ha chiuso una giornata molto difficile alla Camera. Tutto ha avuto inizio quando in Aula si è deciso di votare l'inversione dell'ordine del giorno dei lavori per far passare il testo del disegno di legge che contiene il taglio della prescrizione per gli incensurati. Quel che ne è seguito è stato uno scontro totale, alla Camera e fuori di essa.

Le immagini della protesta fuori Montecitorio

Il presidente della Camera Gianfranco Fini è stato costretto a sospendere la seduta dell'Aula sul processo breve. Il ministro della Difesa Ignazio La Russa ha urlato 'vaffanculo' a Fini e poi, con l'indice davanti alla bocca, gli ha fatto il gesto di star zitto. In serata La Russa ha fatto sapere di aver chiamato, in forma privata, il presidente della Camera ribadendogli di aver 'risposto agli insulti di Franceschini e dell'Aula'. Ma Fini gli ha fatto presente che non si è trattato di un'offesa alla persona, ma all'Istituzione.

Lo scontro che ha visto protagonista in Aula il ministro della Difesa è iniziato dopo il suo intervento e quello del capogruppo Pd Dario Franceschini. I due si sono scontrati riguardo alla manifestazione in corso davanti a Montecitorio. Secondo quanto raccontato dai deputati, La Russa si è alzato in piedi e ha applaudito in modo ostentato l'intervento del capogruppo Pd; è quindi intervenuto il presidente della Camera che ha richiamato La Russa, il quale gli avrebbe risposto dicendo 'non mi rompere, sto applaudendo'.

Guarda il video del 'vaffa' di La Russa a Fini

A quel punto Fini ha fatto un secondo richiamo e il ministro della Difesa gli ha urlato un 'vaffanculo'. Il presidente della Camera ha così deciso di sospendere la seduta, si è quindi fermata la corsa del processo breve. Ma la bagarre in Aula non si è fermata. Fini, rivolgendosi a La Russa, ha detto: 'Non le permetto di rivolgersi in questo modo alla presidenza'.

Ma questo non è stato l'unico scontro della giornata. Fuori da Montecitorio, infatti, nel frattempo si erano radunate un centinaio di persone per protestare contro il blitz della maggioranza sul processo breve. La protesta è diventata sempre più forte e i manifestanti hanno superato le transenne arrivando fino al portone di Montecitorio. Il ministro della Difesa è uscito dal portone e ha ricevuto addosso delle monetine. In Aula La Russa ha raccontato: 'Sono uscito e ho visto, a due metri dall'ingresso, gente con intenti intimidatori e offensivi'. Ma l'opposizione viene accusata di essere 'complice dei violenti'. Intervenendo in Aula Franceschini ha detto: 'Di solito chi protesta resta dietro le transenne. Chi ha disposto questo? Che dice il ministro Maroni? Come mai La Russa casualmente non ha mancato di uscire dal portone principale per essere vittima di aggressione?'. E dalla piazza lo scontro è arrivato in Aula.

Foto: LaPresse

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016