Excite

Berlusconi, comizio al processo: "Soldi a Ruby per non prostituirsi"

L'udienza del processo Mediaset, in cui il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è imputato insieme ad altre 10 persone per frode fiscale (leggi la notizia), è stata aggiornata alle 15.00, dopo che la Corte si è ritirata in camera di consiglio per deliberare sulle richieste presentate dalle parti, soprattutto sulla eventuale riduzione della lista dei testimoni. Uscendo dall'aula Berlusconi ha detto: 'Ho passato una mattinata surreale'. E ancora: 'Vengo via con una sensazione drammatica di perdere tempo'.

I fan in tribunale: 'Silvio resisti', il video

Alcune immagini di fan, militanti ed ospiti illustri davanti al Tribunale

Al suo arrivo, questa mattina, il premier ha attaccato la magistratura. 'Ce n'è una parte che lavora contro il Paese - ha detto Berlusconi - è stato gettato un fango incredibile, su di me che in fondo sono un signore ricco, ma anche su tutto il Paese'. Il Cavaliere ha parlato di una 'situazione insostenibile' che rende necessaria 'una riforma della giustizia, che non è affatto punitiva ma serve a portare la magistratura a essere quello che deve essere, non quello che è oggi come arma di lotta politica'.

Il presidente del Consiglio ha anche parlato del processo Mediatrade dicendo che sono state lanciate accuse inventate e del caso Ruby. A tal proposito ha spiegato di aver dato del denaro alla giovane ragazza per evitare che si prostituisse. Il premier ha detto: 'Le avevo dato la possibilità di entrare in un centro estetico con un'amica, che lei avrebbe potuto realizzare se portava un laser per la depilazione, per un importo che a me sembrava di 45mila euro. Invece lei ha dichiarato di 60mila e io ho dato l'incarico di darle questi soldi per sottrarla a qualunque necessità, per non costringerla a fare la prostituta e portarla anzi nella direzione contraria'.

Tutte le notizie sul caso Ruby

E a proposito della nota telefonata in Questura, Berlusconi ha spiegato di aver agito con l'intento di evitare un incidente diplomatico. Il Cavaliere ha detto: 'Ho chiesto un'informazione, preoccupato per una situazione che poteva dar luogo a un incidente diplomatico. Successivamente mi è stato risposto che la ragazza non era egiziana ed è caduto tutto. Quindi non c'è alcuna concussione. Accuse risibili, demenziali e infondate'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016