Excite

Berlusconi sale sul predellino dopo il processo Mediatrade

Dopo otto anni di assenza Silvio Berlusconi torna al Tribunale di Milano per il Processo Mediatrade. Si è presentato per un'udienza a porte chiuse e tornerà il 4 aprile per difendersi ancora una volta dalle accuse che riguardano la compravendita dei diritti televisivi.

Silvio Berlusconi sale sul predellino dopo il processo Mediatrade

Quindi lo rivedremo a Milano due giorni prima del processo più atteso, quello per corruzione, concussione e favoreggiamento della prostituzione minorile, il famoso caso Ruby. Il premier però non si scoraggia e dopo l'udienza preliminare si mostra ancora una volata alla folla di giornalisti, di sostenitori e oppositori. Il solito show

.

Infatti, Berlusconi è salito sul predellino dell'auto così come aveva fatto quando è nata Forza Italia o quando è stato ferito al volto, si è sporto dalla macchina per salutare il suo popolo, diviso tra chi urlava 'Dimettiti' e 'Resisti', tra chi parlava di 'Vergogna' e chi lo incitava 'Forza Presidente'.

In mattinata il Presidente del Consiglio era rinvenuto a Mattino Cinque dove ha lasciato poche dichiarazioni: 'Sono l'uomo più imputato della storia e dell'universo'. Intanto continua a distanza la polemica con il Quirinale. Il Presidente Giorgio Napolitano sembra non sia propenso a firmare l'emendamento Pini sulla responsabilità civile dei giudici.

Questa riforma stabilisce che 'la richiesta di risarcimento può essere avanzata non più se il provvedimento del magistrato è stato emesso con dolo o colpa grave, ma in ogni violazione manifesta del diritto'. Un modo per intimidire i magistrati e che non piace al Colle, anche perché secondo Napolitano necessita di un confronto e di un dibattito e non si può liquidare all'interno di una legge comunitaria.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016