Excite

Processo Ruby in 5 minuti e rinvio al 31 maggio

La decisione del Parlamento sul conflitto di attribuzione, potrebbe spostare il caso Ruby – Berlusconi al tribunale dei Ministri, nel frattempo è soltanto servita a creare ulteriore confusione a allungare le date del processo. Questa mattina, infatti, al Tribunale di Milano, l'udienza preliminare per il processo Ruby è durata solo 5 minuti ed è stato rimandato tutto al 31 maggio.

Tutti gli aggiornamenti sul caso Ruby – Berlusconi

Silvio Berlusconi è stato dichiarato contumace dai giudici in quanto non era presente in aula, ma attraverso i suoi avvocati ha fatto recapitare una lettera in cui dichiara la sua disponibilità a presentarsi nelle prossime occasioni e la sua assenza è giustificata dal fatto che è 'impedito, come da certificazione allegata, essendo impegnato per ragioni istituzionali che non mi consentono in alcun modo di essere presente'.

Assente anche Ruby Rubacuori, la quale ha preso la decisione di non costituirsi parte civile. Il suo legale, Paola Boccardi, ha spiegato: 'Abbiamo deciso di non costituirci parte civile nel processo contro il presidente Berlusconi, perché questo significherebbe ammettere che Ruby andava ad Arcore a prostituirsi'.

Karima El Mahroug non si sente vittima né offesa da questa storia, probabilmente parteciperà al processo solo in qualità di testimone, insieme alle altre arcorine. Intanto, l'udienza – lampo ha attirato l'attenzione mediatica, oltre 120 giornalisti accreditati hanno seguito i 5 minuti dell'aggiornamento del processo, mentre molte tv straniere attendevano fuori l'arrivo dei protagonisti. Fuori da Palazzo di Giustizia c'erano, inoltre, sia i sostenitori del Premier sia gruppi, che protestavano animatamente con le leggi ad personam.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016