Excite

Prodi da Vespa: Grillo, le tasse ed il governo

Prodi nel salotto buono della politica ne approfitta subito per togliersi un sassolino dalla scarpa ed entra nel vivo delle polemiche post V-day. Ironizza su Grillo che dopo aver criticato ferocemente l'oggetto partito si accinge a fondarne uno ed a presentarsi alle elezioni ("Adesso dalla critica deve passare alla proposta, deve dire cosa vuole fare con i lavavetri, come affrontare i problemi e risolverli") e poi, con un'argomentazione niente affatto scontata, critica l'asserita superiorità della società civile sulla classe politica che la rappresenta. In realtà sono una lo specchio dell'altra: la corruzione, il clientelismo, la raccomandazione si ritrovano in primis in coloro che adesso, nelle piazze del V-day, si improvvisano censori.

Prodi affronta quindi uno degli argomenti che più stanno a cuore agli Italiani: le tasse. E sgombra subito il campo da possibili fraintendimenti (e speranze): non verranno abbassate, almeno non in questa finanziaria. "Non voglio strozzare gli Italiani" dichiara, motivo per cui l'imposizione non verrà alzata, ma ancora non ci sono le risorse per tagliare le aliquote. "Abbiamo qualche risorsa straordinaria quest'anno. E un paese ridotto nel suo capitale sociale - ha detto il premier - deve fare subito qualcosa per rimediare. Poi prenderemo in esame la restituzione progressiva. Più il contribuente si manifesta con onestà, più si devono restituire le risorse ai contribuenti. La lotta all'evasione ha dato i primi frutti, a parità di aliquote, soltanto con il lavoro quotidiano dell'amministrazione e della Guardia di finanza". Di fronte alla domanda se almeno sarà possibile ridurre l'ICI sulla prima casa il premier non si sbilancia, non escludendolo ma rimandando la decisione ad un confronto con il governo e con le parti sociali, fissato per il 30 settembre. Fra le proposte in esame c'è un aumento delle agevolazioni Ici da 102 a 200 euro.

Infine all'inevitabile domanda sulla durata del suo governo, Prodi risponde di star lavorando su un orizzonte di cinque anni. "Posso cadere per un incidente, perchè la maggioranza è risicata - dice - ma non c'è altra alternativa e credo che di fronte all'idea delle elezioni anticipate gli italiani preferiscano la durata di un governo che si è posto l'obiettivo dell'intera legislatura"

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016