Excite

Proiettile in busta per Forleo, Prodi e De Magistris

Tre atti intimidatori in poche ore. Vittime, in ordine temporale, Luigi De Magistris, Clementina Forleo e Romano Prodi.

Per i due magistrati una lettera spedita da Bologna contenente un foglio con disegnata una stella a cinque punte recante la scritta: "Il prossimo è per te" e un proiettile calibro 38 . Stesso atto intimidatorio, subito denunciato alla Digos, ai danni dei due protagonisti della vicenda in cui si intrecciano politica, magistratura e televisione. Il gip di Milano aveva difeso la posizione di De Magistris durante la trasmissione Annozero di Santoro del 4 Ottobre:
"De Magistris sta subendo intimidazioni e pressioni per aver scoperchiato pentole che non andavano scoperchiate e per aver finalmente lumeggiato sulle cosiddette toghe lucane" [...] "Ho sentito il dovere di intervenire come magistrato che, come il collega De Magistris e tanti altri colleghi che operano su quel territorio difficile, ha avuto la sventura di imbattersi più di una volta nei cosiddetti poteri forti o meglio negli interessi collegati ai poteri forti. Sono qui anche come cittadino e come donna del sud perché ben conosco realtà simili in cui De Magistris e colleghi del sud si stanno imbattendo".

Oggi, dopo aver ricevuto atti di solidarietà da parte del mondo politico (incluso quello di Clemente Mastella), la Forleo ha così replicato:"Respingo al mittente la solidarietà di taluni soggetti indirettamente responsabili del mio isolamento e di quel che mi sta accadendo" [...] "Nomi non ne faccio e non mi riferisco necessariamente agli uomini delle istituzioni che hanno fatto esternazioni. Posso riferirmi a chiunque. Se qualcuno poi si sente chiamato in causa, è un problema suo".

Il Presidente del Consiglio ha invece ricevuto una lettera contenente un bossolo calibro 9. La "missiva", in cui un sedicente Comitato giustizia sociale lancia intimidazioni al premier e scrive: "Prodi si dimetta o non ci saranno altri avvertimenti", è stata indirizzata alla redazione romana del quotidiano "il Giornale".

Il Portavoce Sircana avverte:"Il presidente del Consiglio riceve spesso minacce e messaggi più che espliciti" [...] "La scelta di non drammatizzare episodi comunque gravi e inquietanti è voluta, e ribadita, per evitare che si possano generare polemiche, strumentalizzazioni e, ancor peggio, emulazioni senza controllo". Poi polemizza con "Il Giornale" colpevole,a suo dire, di non aver dato il giusto peso alla notizia e di averla messa in secondo piano rispetto alle minacce ricevute da Forleo e De Magistris: "Esiste una classifica di pallottole o minacce più pericolose di altre?" [...] "Il Giornale pensa che un bossolo parzialmente caricato, con frasi del genere come accompagnamento, sia una non notizia, mentre contemporaneamente "spara" a tutta pagina altri bossoli? Le scelte giornalistiche vanno rispettate. Ma anche le persone".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016