Excite

Pronte le liste del Pd: ecco i nomi

Il coordinamento del Pd ha dato il via libera alle liste per il 13 e 14 aprile e ha sfornato la mappa delle teste di serie. Dopo oltre quattro ore di riunione, iniziata alle 16 di ieri, nella sala riunioni al terzo piano della ex sede della Margherita, si è chiuso il valzer delle liste.

Rispettata la quota del 35% di donne in posizioni "blindate", cioè elette, e quella del 50% di candidate. Ciò garantirà oltre cento parlamentari donne, quasi il doppio rispetto alle attuali proporzioni.

Qui le liste complete di Camera e Senato

Ecco i nomi "che contano", regione per regione:

-PIEMONTE: Piero Fassino seguito da Antonio Boccuzzi (Camera 1), Luigi Bobba seguito da Cesare Damiano (Camera 2), Emma Bonino seguita da Roberto Della Seta (Senato).

-LOMBARDIA: Matteo Colaninno, seguito da Walter Veltroni (Camera 1), Enrico Letta (Camera 2), Antonello Soro (Camera 3), Umberto Veronesi, seguito da Roberto Ceruti (Senato), in Lombardia sono candidati anche Tiziano Treu al Senato e Paola Binetti alla Camera.

-VENETO: Massimo Calearo (Camera 1), Rosy Bindi (Camera 2), Enrico Morando (Senato), in Veneto è candidato anche al Senato Paolo Nerozzi della segreteria della Cgil.

-FRIULI VENEZIA GIULIA: Cesare Damiano (Camera) e Carlo Pegorer (Senato).

-TRENTINO: È capolista alla Camera Gianclaudio Bressa

-LIGURIA: Giovanna Melandri (Camera) e Roberta Pinotti (Senato).

-EMILIA ROMAGNA: Pierluigi Bersani (Camera) e Anna Finocchiaro (Senato).

-TOSCANA: Dario Franceschini (Camera) seguito da Michele Ventura e Rosy Bindi, mentre al Senato la testa di serie è Vannino Chiti seguito da Vittoria Franco e Achille Serra.

-MARCHE: Maria Paola Merloni (Camera) e Giorgio Tonini (Senato).

-UMBRIA: Marina Sereni alla Camera e Francesco Rutelli, seguito da Mauro Agostini al Senato.

-ABRUZZO: Capolista alla Camera è Livia Turco, seguita da Giovanni Lolli e al Senato Franco Marini che sarà capolista, sempre per Palazzo Madama, anche nel Lazio.

-LAZIO: Franco Marini capolista al Senato con Marianna Madia seguita da Veltroni e Paolo Gentiloni (Camera 1) e Donatella Ferranti, membro del Csm, seguita da Beppe Fioroni e Ugo Sposetti (Camera 2).

-PUGLIA: Capolista alla Camera è Massimo D'Alema e al Senato Paolo De Castro, seguito da Nicola Latorre e dallo scrittore Gianrico Carofiglio.

-CAMPANIA: Massimo D'Alema (Camera 1) seguito da Luigi Nicolais e Giulio Santagata, Pina Picierno (Campania 2) seguita da Walter Veltroni e Marco Follini è capolista al Senato.

-CALABRIA: Luigi De Sena (Camera) e Marco Minniti, seguito da Rosa Calipari (Senato).

-BASILICATA: Salvatore Margiotta capolista alla Camera e Nicola Latorre al Senato.

-MOLISE: Augusto Massa capolista al Senato e Roberto Ruta alla Camera.

-SICILIA: Beppe Fioroni seguito da Alessandra Siragusa (Camera 1), Giuseppe Beretta, giovane dirigente del Pd di Catania, seguito da Veltroni (Camera 2), Ignazio Marino, seguito da Enzo Bianco (Senato), dove nono in lista è anche l'ex Udeur Nuccio Cusumano tra i parlamentari che hanno ottenuto la deroga.

-SARDEGNA: Arturo Parisi capolista al Senato e Antonello Cabras alla Camera.

"Una scelta importante quella di Follini", commenta Dario Franceschini per quel che riguarda la Campania, sebbene proprio la Regione sia stata una di quelle dove ci sono state tensioni. In particolare si è astenuto sul via libera alla composizione delle liste il coordinatore della Provincia di Caserta, Sandro De Franciscis: "La Provincia di Caserta è stata massacrata - ha commentato - non abbiamo nemmeno un candidato tra i potenziali eletti", per questo ha annunciato che presenterà le dimissioni da segretario provinciale.

"Tra i tanti impegni di innovazione che abbiamo messo in atto - ha commentato Franceschini, artefice delle liste insieme a Goffredo Bettini - c'è anche stato quello di comporre le liste con una straordinaria velocità. Fino ad oggi la tradizione imponeva che le liste si chiudessero sempre l'ultima notte prima della presentazione: noi le abbiamo chiuse una settimana prima". Il numero due del Pd ha anche spiegato che ci sono stati diversi "sacrifici" di diversi parlamentari per rispettare l'impegno di aumentare il numero delle donne elette: "Siamo riusciti a raddoppiare il numero rispetto alle politiche di due anni fa e le donne che verranno elette nei gruppi parlamentari del Pd saranno più di cento".

L'escluso più illustre è senzaltro Nando dalla Chiesa che, dalle pagine del suo blog, commenta così la scelta del Pd: "Alla mezzanotte tra lunedì e martedì è definitivamente ufficiale. Sono stato escluso dalle liste per il nuovo parlamento. La deroga non mi è stata concessa (chi vuole si informi su coloro a cui è stata concessa; e chi vuole si rilegga sul post di una decina di giorni fa i motivi per cui l'avevo chiesta...). Non so se, come ipotizzava una gentile blogghista, l'abbiano fatto perché "sono tutti pazzi". So che l'hanno fatto. Mentre non so se l'avrebbero fatto se ci fossero state le preferenze. Così si conclude un ciclo di impegno nelle istituzioni in cui mi sono dato senza risparmio. E' notte e, desiderando evitare ipocrisie, ammetto di essere amareggiato. A domani. Buona notte a tutti".

Sembra invece soddisfatto uno dei candidati alla guida del Pd in tempi di Primarie: Mario Adinolfi. Così commenta la sua candidatura sul proprio blog:"Il Coordinamento nazionale del Pd ha approvato le liste, dopo sei ore di riunione. L'ufficializzazione avverrà solo l'11 marzo con il deposito formale al ministero, ma posso dire che sono candidato al posto 18 nella circoscrizione Lazio 1, eletto sicuro se vinciamo, tra i primi dei non eletti se perdiamo. In questo momento penso anche a Ivan Scalfarotto e Pippo Civati che hanno avuto in Lombardia posizioni analoghe. Penso a Generazione U, certo, ma penso anche ai Mille e a un mondo intero: il mondo della rete, di chi si batte con la schiena dritta, di chi non è solo giovane. Penso che abbiamo una ragione in più per vincere le elezioni. E penso che avremo il piacere di provarci sul serio. Si può fare, non era tutta una pazzia. Grazie, ragazzi.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016