Excite

Quali sarebbero i primi segnali che siamo nella terza guerra mondiale?

  • Getty Images

Solo qualche giorno fa la sconvolgente notizia, Kin Jong Un ha firmato l’autorizzazione per l’ultimo test nucleare per l’esplosione della bomba a idrogeno. Uno shock che ha ovviamente attirato le condanne dei leader di tutto il mondo. L’Isis continua a far tremare altri paesi, la situazione in Siria è estremamente complessa e sono ancora caldi i morti francesi dopo l’attentato dello scorso novembre.

Dopo gli attentati Parigi il presidente Hollande aveva annunciato: “La Francia è in guerra”. Sempre più spesso ci si chiede se esista davvero il rischio di una terza guerra mondiale e si prefigurano scenari peggiori. Questi sarebbero i sintomi di un conflitto importante che si disputerebbe inizialmente nello spazio. Il riferimento è alla volontà di alcune potenze mondiali di distruggere i satelliti nemici in modo porre fine alle loro comunicazioni e navigazioni.

Dalla terza guerra mondiale all'addio alle tasse: le profezie di Nostradamus per il 2016

Secondo Peter Singer della New America Foundation l’attacco ai satelliti “spingerebbe le battaglie sulla Terra in epoca pre-digitale, perché senza satelliti di navigazione, satelliti spia e satelliti per le comunicazioni si arriverebbe ad una lotta simile a quella della prima e seconda guerra mondiale." Il Daily Telegraph avvalora questa ipotesi aggiungendo che Cina, Russia e Stati Uniti hanno a loro disposizione mezzi per distruggere satelliti nemici, questo vuol dire che uno dei tre potrebbe iniziare il conflitto in qualsiasi momento.

Non è un caso che il pase guidato da Barack Obama abbia investito 10 milioni di euro per la tutela dei propri satelliti spaziali. Nel 2013 la Cina sparò in orbita un missile per distruggere un satellite mentre la Russia continua a testare missili più veloci del mondo per difendere Mosca da eventuali attacchi.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017