Excite

Raduno Casapound a Roma, appello ad Alemanno

  • Facebook

Molto più che un appello è quello lanciato attraverso una lettera a Gianni Alemanno dal "Comitato no fascismo".

La richiesta è chiara: il Sindaco di Roma dovrà vietare il raduno nazionale di Casapound previsto nella Capitale per il prossimo 24 novembre 2012.

A supporto dell'iniziativa è stata creata su Facebook una pagina alla quale hanno già aderito 1500 persone e che ha lo scopo di impedire l'organizzazione di manifestazioni di estrema destra in tutta Italia. L'ultimo corteo romano del centro sociale si è svolto il 10 novembre. Nel quartiere Prati si sono visti sfilare migliaia di giovani che hanno protestato contro il Governo e per lo stato sociale. Secondo Cpi la manifestazione del 24 ha già ottenuto numerosissime adesione.

Marco Miccoli, deputato del Pd, con una nota ha invitato Alemanno a dire no al corteo. Scrive il parlamentare al primo cittadino di Roma: "Invece di protestare ogni volta quando a sfilare sono lavoratori, studenti o disoccupati, il sindaco faccia sentire la propria voce anche quando i cortei sono organizzati da gruppi neofascisti. Roma non ne può più di un primo cittadino di parte che tutela solo le organizzazioni, i gruppi e le persone di destra".

Le parole di Miccoli riportano allo scandalo dell'immobile romano di Via Napoleone III del valore di 11 milioni e 800 mila euro donato dal Comune a Casapound. A denunciarlo furono due consiglieri, Athos De Luca e Gemma Azuni, che denunciarono questa operazione come un abuso. Anche il Comitato no fascismo ha presentato un'interrogazione urgente al Sindaco, per sapere, quando intende chiedere lo sgombero dei locali per realizzare invece un "Palazzo dell'amicizia fra i Popoli".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017