Excite

Italia in recessione, Berlusconi: "Monti disperato"

  • LaPresse

Ultimo weekend prima di Natale ma il clima festoso, a leggere i giornali, si sente ben poco. L'Italia è già ufficialmente in recessione e il Governo Monti arranca sotto i colpi di chi "si mette di traverso". A fare la parte di Babbo Natale, quest'anno, pare sia lui, Silvio Berlusconi, che regala dichiarazioni fiume dopo un breve periodo di silenzio mediatico.

Il Cavaliere è infatti tornato "sul palco" in occasione della presentazione del libro di Bruno Vespa "Vero Amore" e si è tolto più di un sassolino dalle scarpe. "In Italia nessuno riesce a fare quello che vuole. Lo stesso Monti aveva proposto un provvedimento di riforma, ma poi ora il Professore è stato costretto a fare retromarcia su tutto. Monti è davvero disperato" ha chiosato il Cavaliere, trovando sostegno in un passato storico quantomeno controverso:"Sto leggendo in questi giorni le lettere di Benito Mussolini e Claretta Petacci. Aveva ragione quando diceva che non è difficile governare gli italiani ma è inutile" [...] "Debbo dire che in quelle lettere mi ci ritrovo. Chi governa l'Italia non ha potere, può al massimo chiedere una cortesia, ma non può dare ordini". Ottimista poi sui rapporti con la Lega: "L'alleanza non è persa" e avverte: "Lo scioglimento delle Camere può sempre accadere, anche domani. Non c'è nessuna certezza che il governo Monti resti per tutta la durata della legislatura".

Alla domanda se il suo Governo non avesse effettivamente previsto la crisi scuote la testa: "No, assolutamente. Non debbo chiedere scusa agli italiani" [...] Non è vero - ha detto l'ex premier - che il governo non avesse previsto la crisi, che era chiara. La verità è che il fatto psicologico era la prima causa della crisi". [...] "Il rischio è che si vada verso una depressione, in Italia ma non solo"[...] "Da parte delle opposizioni e di una certa stampa italiana e internazionale c'è stato un linciaggio. E noi per il bene dell'Italia abbiamo ritenuto di fare un passo indietro per interrompere uno strano sillogismo che voleva che le difficoltà dell'euro erano causate da me". Da sottolineare, infine, la battuta su Casini: "Gli elettori votano Casini perchè è un bel ragazzo. È così, non lo dico io, lo dicono i sondaggi".

A far la parte della Befana (associazione non estetica bensì unicamente di ruolo ndr) ci pensa la Marcegaglia. Il Centro Studi di Confindustria è drastico: "L'inverno della recessione è arrivato e in Italia sara' piu' marcato: nel 2012 il Pil chiuderà, infatti, con un -1,6% a cui seguirà, nel 2013, un recupero molto parziale dello 0,6%". Ma Emma, fiduciosa nell'operato del Governo tecnico, dichiara moderato ottimismo: "L'Italia può farcela, non siamo condannati a restare in recessione per i prossimi anni, ci sono grandi potenzialità". Poi attacca le categorie protette come tassisti e farmacisti: "Sono inaccettabili certe resistenze, chi alza le barricate contro le liberalizzazioni, con la politica che si inginocchia"[...] "Nella prima versione della manovra si ipotizzavano alcune misure. Chiediamo al Governo che cambi atteggiamento: bisogna dare spazio al mercato. Basta fare marce indietro davanti a chi protesta".

A noi semplici cittadini però, più che i regali della Befana e di Babbo Natale consegnati in anticipo a Monti, interessano forse le "piccole cose": le pensioni minime, l'Imu, il lavoro che non c'è e i prezzi dei beni di consumo primari o giù di lì. Ultima chicca del Governo Monti è la promessa di non aumentare il costo dei pacchetti di sigarette. "Abbiamo sfiorato la soglia critica dei 5 euro del pacchetto di sigarette, superata la quale ci sarebbe una forte caduta dei consumi e del settore". Ha dichiarato il sottosegretario all'Economia. La soluzione sarà aumentare il costo del tabacco trinciato, quello per i fumatori di pipa e per chi, non riuscendo a sostenere più il (giusto) costo elevato del tabagismo "in scatola", ha deciso di imparare a farsi da sè le sigarette. In pratica è come se, per far cassa, si decidesse di aumentare il prezzo del vino, ma non del Barolo, del Tavernello.

Berlusconi, Mussolini e la Petacci. Il Fascismo:"Democrazia Minore"

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020