Excite

Redditi parlamentari 2014, è Grasso il più ricco d’Italia. Madia e Boschi le ministre "povere"

  • Getty Images

Va a Pietro Grasso, dopo l’uscita dal Senato del “Paperone” per eccellenza Silvio Berlusconi per problemi giudiziari, il titolo di parlamentare più ricco d’Italia, con un reddito di oltre 316 mila euro relativo al 2014.

Falciani, il grande accusatore degli evasori critica i politici: “Pagano solo i poveri”

Consistente la differenza tra le cifre raggiunte dall’attuale “leader” della graduatoria stilata dalla stampa nazionale in base ai dati in possesso del Fisco e le (forse ineguagliabili) performances del tycoon di Arcore e capo del centrodestra, che fino a due anni fa denunciava un imponibile pari a circa 4 milioni e mezzo.

Al secondo posto l’omologa alla Camera dei Deputati del Presidente dell’assemblea di Palazzo Madama, l’ex rappresentante italiana dell’Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite Laura Boldrini, con 115.338 € totalizzati nel periodo preso in considerazione dall’Agenzia delle Entrate per la consueta dichiarazione annuale dei politici.

Il più facoltoso dei componenti dell’attuale governo risulta Pier Carlo Padoan, titolare del dicastero dell’Economia al quale nel 2014 è spettata una retribuzione di 216.000 euro, esclusi i 53mila documentati a parte dal dichiarante in sede di denuncia delle entrate.

(Brunetta ironizza sul suo reddito: “Possiedo due macchine ma non so guidare”)

All’opposto le due giovani ministre Marianna Madia e Maria Elena Boschi, meno “privilegiate” in quanto beneficiarie rispettivamente di guadagni per un imponibile totale di 98.471 e 94.488 € (mille e cinquecento azioni della Banca Etruria dal valore di poco superiore ai 1.000 euro per l’avvocatessa toscana) con penultima e ultima posizione nella graduatoria riferita ai redditi dell’anno scorso.

Simile l’attestazione presentata dalla massima responsabile del ministero della Salute Beatrice Lorenzin, intestataria nel 2014 di guadagni praticamente in fotocopia rispetto alla collega della Pubblica Amministrazione.

Di 98.961 euro la dichiarazione del segretario nazionale del Pd Matteo Renzi, ufficialmente comproprietario di un’abitazione comprensiva di box a Pontassieve e di una villetta a Rignano sull’Arno dove il presidente del Consiglio in carica possiede anche un appezzamento di terra coltivata a olivi.

In testa al gruppo dei senatori a vita l’ex Capo dello Stato Carlo Azeglio Ciampi con quasi settecentomila euro percepiti nel corso del periodo d’imposta del 2013 e dichiarati per l’anno successivo in ossequio alle leggi vigenti al Fisco italiano.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017