Excite

Reddito di cittadinanza in Lombardia, Maroni annuncia a sorpresa: "Dalla Regione 220 milioni"

  • Getty Images

Potrebbe vedere la luce per la prima volta entro l’anno in Lombardia, sotto l’egida della Regione governata da Roberto Maroni, l’esperimento del reddito di cittadinanza lanciato a sorpresa dal capo della giunta a guida leghista.

Veleni sui 5 Stelle, chiuso il sito sui file riservati di Beppe Grillo e parlamentari

A due soli giorni dalla marcia Perugia-Assisi del M5S con al centro la proposta dell’assegno mensile minimo a favore dei cittadini non autosufficienti, la mossa dell’ex ministro di centrodestra adesso numero uno al Pirellone suona come una sorta di “sorpasso a sinistra” nei confronti di Grillo e compagni.

“In un periodo di crisi economica come quello attuale, fasce crescenti di popolazione non possono raggiungere la soglia di sussistenza” ha argomentato il Presidente della Lombardia in fase di annuncio della misura in cantiere per la prossima estate, precisando di voler destinare all’istituzione del reddito di cittadinanza i 220 milioni di euro accantonati dal Fondo Sociale Europeo per la lotta alla povertà.

(Carla Ruocco del M5S rivendica il reddito di cittadinanza dopo la marcia Perugia-Assisi)

Pur essendo ancora da definire tempi e contenuti del provvedimento, l’intenzione di Roberto Maroni è orientata verso una limitazione della platea dei destinatari dell’assegno (“riservato ai lombardi”) escludendo dall’alveo dei beneficiari i non residenti da un numero predefinito di anni in una delle province della Regione.

Quanto al nodo della copertura economica, spetterà ai tecnici dell’assessorato al Bilancio e al Consiglio esprimersi entro l’inizio dell’estate, tenendo conto dei dati che emergeranno a luglio con l’assestamento dei conti regionali, mentre fuori discussione sembra l’ispirazione della “dottrina Maroni” dalla proposta depositata l’anno scorso dal gruppo dei 5 stelle, ritenuta dal Governatore “interessante perché riguarda formazione e lavoro.

Se si rispettassero le linee guida del progetto del M5S per un reddito di cittadinanza lombardo, i soldi verrebbero erogati agli aventi diritto in 12 mensilità sulla base della condizione reddituale attestata dalla dichiarazione Isee, previa presentazione della domanda di accesso alla misura di sostegno nei tempi e nelle forme previste dall’ente erogatore.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017