Excite

Referendum 2011, Giorgio Napolitano voterà

  • Foto:
  • ©LaPresse

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano non diserterà l'appuntamento con il referendum del 12 e 13 giugno prossimi e si recherà a votare. A renderlo noto lui stesso rispondendo a una domanda dei giornalisti che lo hanno incrociato al termine del convegno 'Cavour e l'Unità italiana', un incontro realizzato nell'ambito dei festeggiamenti per i 150 anni dell'Unità d'Italia.

Referendum 2011: quesiti e date

Ai cronisti che gli chiedevano se domenica si sarebbe recato alle urne il Capo dello Stato ha risposto: 'Io sono un elettore che fa sempre il suo dovere'.

Perché in effetti votare non è solo un diritto, come spesso si sottolinea, ma è anche un dovere. Ricordiamo a tal proposito cosa recita l'articolo 48 della Costituzione: 'Sono elettori tutti i cittadini, uomini e donne, che hanno raggiunto la maggiore età [cfr. artt. 56 , 58 , 71 c. 2 , 75 cc. 1, 3 , 138 c. 2 , XIII c.1]. Il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico'.

E ancora: 'La legge stabilisce requisiti e modalità per l'esercizio del diritto di voto dei cittadini residenti all'estero e ne assicura l'effettività. A tale fine è istituita una circoscrizione Estero per l'elezione delle Camere, alla quale sono assegnati seggi nel numero stabilito da norma costituzionale e secondo criteri determinati dalla legge. Il diritto di voto non può essere limitato se non per incapacità civile o per effetto di sentenza penale irrevocabile o nei casi di indegnità morale indicati dalla legge'.

E di referendum ha parlato anche il neoeletto presidente della Corte costituzionale, Alfonso Quaranta. Rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano se, in vista della decisione che oggi la Consulta dovrà prendere circa l'ammissibilità del referendum sul nucleare, la corte abbia il potere di bloccare il quesito proposto dall'Italia dei valori, Quaranta ha detto: 'Personalmente ritengo di no'.

Il neopresidente della Corte costituzionale ha poi aggiunto che la tematica sarà comunque sottoposta all'esame specifico della Corte la quale, dopo aver sentito le parti che hanno presentato memorie, valuterà tutti gli aspetti della questione.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016