Excite

Renata Polverini in ospedale: per il suo ricovero occupa un intero reparto

  • Infophoto

Renata Polverini ne ha combinata un'altra delle sue: la vivace presidente della Regione Lazio si è resa protagonista dell'ennesimo episodio che, in tempi di crisi economica come questi, non fatica ad arrivare sulle prime pagine dei giornali. Ed è proprio un quotidiano a raccontare l'ultimo aneddoto in fatto di privilegi della casta.

La Polverini, secondo Il Manifesto, sarebbe stata ricoverata il 25 agosto all'ospedale Sant'Andrea di Roma per sottoporsi ad un piccolo intervento chirurgico. E fin qui nulla di strano. Se non fosse, però, che l'ex sindacalista in quell'occasione ha occupato un intero reparto dell'ospedale: ben trenta posti letto riservati solo per fare spazio alla Presidente, che non è nuova ad eventi del genere (come quando si presentò in elicottero alla Festa del peperoncino di Rieti).

La Polverini in aereo a Rieti per la Fiera del peperoncino

Uno spreco esagerato soprattutto se si considera che i cittadini della Regione Lazio hanno dovuto fare i conti con tagli importanti alla sanità operati proprio dall'ente guidato dalla Polverini, con la privazione di 24 ospedali e quasi tremila posti letto sul territorio. Peraltro lo stesso reparto riservato per la Presidente era stato chiuso per il periodo estivo a causa della mancanza di personale, ma è stato prontamente riaperto per rispondere alle esigenze del numero uno della Regione.

Gli infermieri sul ricovero della Polverini: "Ci hanno detto che si girava un fil. Guarda il video"

Il Manifesto sottolinea come anche il costo del ricovero della Polverini ricadrà in maniera inevitabile sui cittadini che, già vessati da tasse e tagli alle strutture pubbliche, si sobbarcheranno anche le spese del ricovero da star del cinema della Presidente: "Oltre al reparto - scrive il quotidiano - la direzione pare che abbia messo a sua disposizione anche tre infermieri per garantirle un'assistenza 24 ore su 24. Gli eventuali straordinari saranno pagati, ovviamente, dai contribuenti".

Certo in tempi di spending review, con il governo tecnico alla perenne ricerca della ricetta più efficace per ridurre il debito pubblico esorbitante del nostro Paese, la distanza siderale che divide politici e dirigenti dai comuni cittadni sembra sempre più evidente. A maggior ragione in Regione Lazio: la gestione della Polverini è già stata al centro di una polemica legata ai contributi erogati ai gruppi consiliari. La cifra spropositata di 15 milioni di euro, quattro volte più di quanto percepito dai gruppi parlamentari della Camera, aveva fatto gridare all'ennesimo spreco di denaro pubbblico solo una settimana fa.

Scandalo in Regione Lazio: contributi pubblici esorbitanto per i gruppi consiliari

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016