Excite

Renata Polverini si difende: "Ho avuto due tumori, mi hanno infangata"

  • Infophoto

Renata Polverini ha deciso di raccontare i retroscena piuttosto personali del suo ricovero che una settimana fa ha scatenato un mare di polemiche: era stato Il Manifesto a rendere noto che la Presidente del Lazio aveva fatto riaprire un reparto del Sant'Andrea di Roma, facendolo riservare per il suo intervento. Un episodio che l'ha resa bersaglio di critiche da parte degli avversari politici e non solo.

Il ricovero con polemica di Renata Polverini

Oggi la Polverini affronta l'argomento per la prima volta, dopo aver smentito ufficialmente tramite i suoi legali la presunta "occupazione" dell'ospedale. Tornata in pubblico dopo l'operazione con una vistosa fasciatura al collo, la Polverini ha spiegato che quel "lieve intervento" di cui hanno parlato i giornali in realtà era qualcosa di molto più grave: "Mi hanno diagnosticato due tumori maligni alla tiroide. Al momento mi è crollato il mondo addosso - ha confessato la Polverini in un'intervista esclusiva al settimanale Chi - Poi, ad agosto, ho deciso di operarmi e ho scelto di farlo in Italia, a Roma, per dare il buon esempio. Pago da anni un'assicurazione che copre le spese mediche. Avrei potuto farmi operare privatamente, ma poi, che cosa avrebbero detto?".

A chi ha sostenuto che avesse passato le vacanze in ospedale facendosi riservare oltre trenta posti letto, la governatrice in quota Pdl ha risposto che la sua degenza è durata solo le 48 ore necessarie per la delicata operazione alla tiroide. Un ricovero svolto in forma riservata anche per questioni di sicurezza: "Per evitare disagi agli altri degenti, visto che sono sottoposta a tutela la direzione ha deciso di mettermi in una stanza da sola a due letti, con la scorta fuori - ha spiegato la Polverini - Una vera tristezza, perché io sarei stata volentieri in compagnia".

La vicenda era stata oggetto di un'inchiesta di Piazzapulita, il talk show di approfondimento politico di La7 condotto da Corrado Formigli, in cui gli inviati del programma avevano raccolto le dichiarazioni degli operatori sanitari sul ricovero della Presidente. Ricostruzioni, anche queste, smentite seccamente. "E' stato detto che si stava girando un film per sgomberare il reparto apposta per me. Tutte falsità - ha dichiarato la Polverini - Ma quello che mi ha ferito di più è che nel comunicato di due consiglieri zelanti, Enzo Foschi del Pd e Giulia Rodano dell'Idv (i politici che hanno denunciato il fatto, ndr), non ci fosse nemmeno un minimo cenno alla mia salute, all'intervento".

Gli infermieri sul ricovero della Polverini: "Ci hanno detto che si girava un fil. Guarda il video"

La governatrice ha sporto denuncia contro chi ha reso pubblica la sua vicenda, visto che il riserbo sulla degenza era dovuto ad un fattore personale. Suo padre è morto di tumore e la Polverini aveva deciso di non parlare del suo problema con la famiglia: "Con questo polverone ho dovuto spiegare loro tutto. Se vincerò la causa, almeno, donerò tutto all'ospedale Sant'Andrea, dove mi hanno operata".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017