Excite

Renato Brunetta e l'attacco ai Tg

'I Tg mi irritano'. Queste le inequivocabili parole del ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta. Ai microfoni dell'emittente radiofonica Rtl, il ministro ieri ha detto: 'Non guardo più i Tg perché mi irritano'.

Secondo Brunetta l'allontanamento della gente dalla politica è causato in parte anche dall'informazione fatta proprio dai telegionali che, spesso e volentieri, non fanno capire niente. 'I Tg raccontano un evento - ha detto il ministro - e poi ci sono sette interventini da sette secondo, che non si capisce niente. La politica viene spiegata con pastoni regolati da minutaggio senza che nessuno spieghi niente o che si capisca niente. Si allontana dalla politica. Io non guardo più i telegiornali perché mi irritano e se lo fa uno come me che sono del mestiere, penso che effetto fa sulle altre persone'.

Sarebbe quindi anche colpa dei telegiornali la scarsa affluenza al voto che si è registrata alle ultime elezioni. Alla poca chiarezza dei tg si andrebbe ad aggiungere anche un 'malessere generale della politica'. A tal proposito Brunetta ha affermato: 'Se noi rispondiamo a questo segnale con più trasparenza, linguaggi chiari, riforme giuste, se noi dessimo una risposta in termini di riduzione dei parlamentare, la gente si arrabbia giustamente perché ci sono troppi eletti, forse la gente capirebbe di più'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016