Excite

Riforma Gelmini, i dubbi di Napolitano

Sembra che il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano abbia espresso alcuni dubbi circa il testo della riforma Gelmini e avrebbe espresso il suo imbarazzo ad apporre la sua firma. A quanto pare i dubbi riguardano in primo luogo la decisione di sopprimere in l'articolo 29, che nell'articolo 6 viene riformato.

Napolitano non entra nel merito politico della riforma Gelmini, ma in quello formale. Il capo dello Stato ha così chiesto dei chiarimenti e che venga trovata una soluzione che permetta di firmare la legge. Il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini ha così proposto di ovviare all'errore con una modifica da inserire nel decreto 'Milleproroghe'. Ma prima di essere modificata, una legge deve essere approvata.

La sola strada potrebbe essere quella di un emendamento che corregga l'errore e ripristini la coerenza normativa. In questo caso il ddl dovrebbe ripassare alla Camera, ipotesi che non piace al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che teme il 'muro' di Futuro e Libertà. Si potrebbe arrivare così al decreto. A quanto pare l'ipotesi del governo è quella di convertire in legge il 'Milleproroghe' inserendo il 'correggi errore' della riforma universitaria.

Nel frattempo nel pomeriggio di ieri una delegazione stretta di studenti ha incontrato il capo dello Stato. L'incontro al Quirinale è durato 90 minuti. In serata i rappresenti delle associazioni studentesche hanno riferito: 'Il presidente Napolitano questa sera ha fatto un atto importante, e cioè ha cercato in qualche modo di riconoscere il fatto che esiste un movimento che in questa situazione non è stato ascoltato. L'unico interlocutore che abbiamo avuto fino adesso è stato il presidente della Repubblica, che ha preso atto di quelle che sono state le nostre istanze'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016