Excite

Riforma giustizia, Famiglia Cristiana contro Berlusconi

Il settimanale Famiglia Cristiana lancia un duro attacco contro il premier Silvio Berlusconi in merito alla riforma della giustizia, non risparmiando neppure l'opposizione.

In un articolo firmato da Adriano Sansa si chiede perché si voglia rimettere in discussione la separazione delle carriere e si concentri l'attenzione su alcuni aspetti, quali la riforma del Csm o l'intenzione di non rendere più obbligatoria l'azione penale, anziché agire sulla modifica di alcuni codici o puntare su una migliore organizzazione delle sedi per rendere la giustizia meno lenta.

"Non sarà vero che Berlusconi cerca una 'vendetta' - si legge nell'articolo - ma certo egli non ha titolo convincente per operare rivolgimenti, riduttivi dei diritti dei cittadini: è il più inquisito dei primi ministri della storia italiana, ha fatto e rifatto leggi a proprio uso, ha avuto ed elogiato ministri che avevano corrotto giudici a vantaggio di sue aziende. La sua potenza mediatica, ottenuta anche con favori politici, impedisce al popolo di comprendere ciò che si trama a suo danno. Lo Stato si fa illiberale, i potenti umiliano le istituzioni".

Parole dure che non risparmiano neppure l'opposizione. Il settimanale, infatti, sottolinea che l'opposizione, se "degna", è necessario che contrasti e combatta "con concordia e fermezza un simile stravolgimento dell’ordine costituzionale e morale".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016