Excite

Rissa tra Pd e Sel, insulti e colpi proibiti alla Camera: espulsi 5 deputati del M5S (VIDEO)

  • Twitter @Agenzia_Ansa

Clima infuocato alla Camera dei Deputati, dove ancora una volta il dibattito sulle riforme istituzionali ha acceso gli animi provocando scaramucce ai limiti dello scontro fisico tra esponenti di diversi partiti, in primis ex alleati di centrosinistra.

Terra dei Fuochi in Campania, il M5S rilancia la polemica e accusa lo Stato: il video

Protagonisti assoluti della nottata di disordini a Montecitorio, i parlamentari di Pd e Sel, divisi da una crescente inimicizia politica dopo la svolta “centrista” di Matteo Renzi e la scelta del premier di mantenere un asse privilegiato con Forza Italia per riscrivere la seconda parte della Costituzione in questa legislatura.

Sinistra Ecologia e Libertà, sempre più lontana dai “renziani”, ha messo in atto la linea dura dell’opposizione senza sconti al progetto di revisione costituzionale della maggioranza, praticando fino a notte fonda l’ostruzionismo nel corso dell’ennesima seduta fiume voluta dai democratici per portare a casa in tempi brevi un voto utile alla prosecuzione della riforma.

(In piedi sui banchi della Camera, caos durante il dibattito sulle riforme: rissa Pd-Sel)

La tensione è salita alle stelle proprio a tarda sera, quando i questori dell’aula hanno dovuto sedare la bagarre scoppiata sugli scranni del gruppo vendoliano, preso di mira da un rappresentante del Pd con tanto di insulti e incontro ravvicinato al confine con la rissa, “favore” ricambiato con altrettanto vigore dai deputati di Sel, alcuni dei quali pronti a salire sui banchi per replicare all’aggressione subita.

I più agguerriti nella denuncia del “colpo di mano” della maggioranza sulle riforme, ancora una volta, sono stati i portavoce del Movimento 5 Stelle, in prima linea nell’ostruzionismo nonostante l’iniziale mediazione messa in campo dai pontieri del Partito Democratico sul controverso nodo dei referendum, tema da affrontare in Parlamento non prima di marzo.

Al grido di “onestà, onestà” Alessandro Di Battista ed altri rappresentanti del M5S hanno rumorosamente polemizzato con la maggioranza alla Camera, inducendo il presidente di turno dell'assemblea Roberto Giachetti a sospendere i lavori per espellere 5 deputati protagonisti della contestazione.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017