Excite

Roberto Maroni nel registro degli indagati per finanziamento illecito

La Procura di Milano ha avviato delle indagini nei confronti del ministro dell'Interno Roberto Maroni. L'ipotesi di reato è 'violazione della legge sul finanziamento dei partiti'. Da poco più di un mese il fascicolo è stato trasmesso per competenza territoriale alla Procura di Roma. Al centro dell'indagine la 'consulenza non scritta' pagata 60mila euro dalla società Mythos Business Development.

A quanto pare Franco Boselli, manager della Mythos Business Development, pagò nel 2007-2008 60mila euro al ministro e 14mila euro a Isabella Votino, assistente di Maroni. Nei giorni scorsi pare che il ministro sia stato interrogato in gran segreto e che abbia affermato che i soldi ricevuti dalla Mythos non costituiscono il compenso per alcuna attività illegale.

A quanto pare i 60mila euro intascati da Maroni costituirebbero il compenso di una consulenza legale effettuata in qualità di avvocato. A sostegno delle sue affermazioni Maroni il ministro avrebbe consegnato agli inquirenti una documentazione. Per il momento la Procura di Roma ha iscritto il nome del ministro nel registro degli indagati per l'ipotesi di finanziamento illecito ad un parlamentare. A condurre l'inchiesta il procuratore Giovanni Ferrara e l'aggiunto Alberto Caperna.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016