Excite

Roberto Maroni vs Saviano: 'Solo infamie contro la Lega'

Il programma 'Vieni via con me' riesce a far discutere il paese prima e dopo la sua messa in onda. A creare in nuovo caso politico è stato l'intervento di Roberto Saviano, che nel suo monologo ha parlato dell'infiltrazione della mafia nel Nord Italia.

Video Roberto Saviano a Vieni via con me sulla mafia al Nord

Lo scrittore ha dichiarato: 'La 'ndrangheta al Nord, come al Sud, cerca il potere della politica e al Nord interloquisce con la Lega'. Questa frase, in particolare, ha scatenato l'ira di Roberto Maroni, il quale ha chiesto a gran voce il diritto di replica nella stessa trasmissione. Il Ministro dell'Interno ha affermato: 'Mi sento offeso e indignato dalle parole infamanti di Saviano animate da un evidente pregiudizio contro la Lega'.

La Rai, al momento, ha affermato che essendo, quello di Fazio e Saviano, un programma culturale e non politico, non è prevista la presenza del Ministro. Inoltre il politico, per il ruolo che ha, può fare le sue dichiarazioni in vari salotti televisivi. Maroni non ci sta e vuole la stessa platea dei nove milioni di telespettatori: 'A nome dei milioni di leghisti che si sono sentiti indignati dalle insinuazioni gravissime di Saviano e quindi auspico che mi venga concesso lo stesso palcoscenico per replicare ad accuse così infamanti che devono essere smentite'.

Anche l'autore di Gomorra ha voluto replicare con un'intervista su Repubblica: 'Sono stupito e allarmato, non capisco di quali infamie parli, io ho raccontato solo dei fatti. Non ho fatto altro che raccontare l'inchiesta condotta dalla Boccassini e da Pignatone. Se il ministro deve appellarsi a qualcuno, lo faccia all'Antimafia. Ho segnalato che il politico leghista incontrato dal boss Pino Nieri non è stato arrestato. Ho raccontato che la penetrazione della 'ndrangheta a Milano è gigantesca. Ho citato un'intervista di Miglio, il Professùr come lo chiamavano loro, in cui si propone di costituzionalizzare la mafia. Ma ho riconosciuto il contrasto culturale di Maroni e della Lega, in particolare quella degli esordi, verso la criminalità organizzata. Ho dato atto al ministro di un'operatività vera nei confronti della camorra. Dopo di che, dire, a ogni blitz, stiamo sconfiggendo le mafie è un'ingenuità, una miopia'.

Saviano paragona le parole di Maroni a quelle di Sandokan Schiavone, entrambi vogliono che ripeta le stesse parole guardandoli negli occhi, un atto quasi minatorio. Infine spiega: 'Dire la verità, ossia che c'è un nord completamente infiltrato. Io voglio parlare anche a quella parte dell'elettorato leghista che si fa condizionare dai dirigenti e sembra vedere tutto il bene al Nord e tutto il male al Sud. Non è così. Far finta che la 'ndrangheta sia sporca quando spara e pulita quando investe è un problema enorme'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016