Excite

Rocco Buttiglione: 'Essere gay è moralmente sbagliato'

Lunedì scorso, il presidente dell'Udc, Rocco Buttiglione, è stato ospite del programma di Radiodue 'Un giorno da pecora' condotto da Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro. Il politico ha rilasciato delle dichiarazioni che stanno scatenando, in queste ore, molte polemiche.

Buttiglione ha affermato: 'Essere gay è moralmente sbagliato, come lo è l'adulterio, il non pagare le tasse o il non donare soldi ai poveri'. Il discorso sull'omosessualità è emerso durante una discussione su Nichi Vendola, sul quale ha aggiunto: 'Non ce l'ho con lui perché è gay, sul piano politico e sociale sono contro la discriminazione nei confronti dei gay, ma moralmente non sono d'accordo, penso che l'omosessualità sia oggettivamente sbagliata'.

Parole che hanno creato una bufera non solo politica e il primo a intervenire è stato Paolo Patanè, presidente nazionale dell'Arcigay: 'Le parole di Buttiglione sono indice di poca umanità, fanno torto alla stessa religiosità che il senatore dice di difendere. A essere eticamente inaccettabile è il suo essere portatore di discriminazioni. Sono frasi inaccettabili in un uomo che aspiri ad amministrare la cosa pubblica e sarebbero considerate gravissime nel resto d'Europa'.

Franco Grillini, presidente onorario dell'Arcigay, ha paragonato il suo partito a quello dei talebani: 'Le sue esternazioni di oggi sono ai limiti del razzismo e sono perfettamente coerenti con l'impianto ideologico del suo partito, con cui è impossibile avere a che fare se solo ci si dichiara moderatamente progressisti. È inutile e ipocrita dichiararsi contro le discriminazioni se poi si fa dell'omofobia la propria ragion d'essere. Ci piacerebbe sapere cosa ne pensa Casini, che ama dipingersi come moderato mentre invece è leader di un partito di talebani'.

Davanti a queste polemiche, lo staff del deputato ha sentito la necessità di inviare un comunicato e spiegare meglio il concetto espresso durante la trasmissione radiofonica: 'In particolare il presidente non ha mai paragonato l'omosessualità all'evasione fiscale. Su esplicita domanda, nel simpatico contesto tipico della trasmissione, il presidente ha fatto un elenco vario di temi che toccano il campo della morale ma non quello della rilevanza politica e giuridica, tra l'altro facendo un esplicito distinguo proprio sull'evasione. E ha ribadito che cristianamente ritenendosi lui per primo un peccatore non si permette mai di condannare nessuno'.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016