Ruby, Berlusconi e le feste: "Le mie notti ad Arcore"

Pronti a un nuovo scandalo Noemi, o quasi. Stavolta trattasi delle confessioni di Ruby, minorenne marocchina al centro dei pensieri pare di Silvio Berlusconi.

Bunga Bunga, ecco cos'è

Le novità sul caso Ruby-Berlusconi

Da quanto afferma la ragazza, il premier l'avrebbe pagata in qualità di escort: trentamila euro, precisi precisi. In fondo la storia di Ruby, trapiantata dalla Sicilia a Milano, ha pure un qualcosa di commovente. Lei, entrata nelle grazie di Lele Mora che non se ne perde una, un giorno arriva in questura a causa di un litigio in un appartamento ove la trovano pure senza documenti. E qui, tra le varie dichiarazioni, la bomba più grande. 'Sono stata ad Arcore, ho incontrato il presidente del Consiglio. Ho ricevuto 30 mila euro da Silvio Berlusconi. In contanti, dentro una busta'.

Il materiale è scottante, i magistrati parlano di cautela, parte un'inchiesta formale per valutare con più certezza le confuse dichiarazioni della giovane. E da Roma parlano Niccolò Ghedini e Piero Longo: 'Le notizie apparse anche quest’oggi sul Fatto Quotidiano e su alcuni giornali in relazione ad asserite dichiarazioni rese da tale Ruby in merito a episodi che sarebbero accaduti presso l'abitazione del presidente Berlusconi, sono assolutamente infondate. La stessa procura di Milano si è già puntualmente espressa sull'inesistenza di indagini in tal senso. Del resto, da approfondimenti svolti si è potuto acclarare con numerosissimi riscontri testimoniali la radicale e totale infondatezza delle illazioni giornalistiche avanzate. È ovvio che saranno esperite tutte le azioni giudiziarie del caso'.

Si apprende inoltre che Ruby avrebbe mentito sulla sua età con il premier – 24 anni invece di 17 – e avrebbe partecipato al 'bunga bunga', l'abitudine del padrone di casa d'invitare alcune ospiti, le più disponibili, a un dopo-cena erotico. Espressione a quanto pare copiata da Gheddafi trattandosi di rito del suo harem africano.

Interrogata più volte nel corso dell'estate, Ruby ha inserito nei suoi racconti anche il nome di Emilio Fede. Poco più di un anno fa, infatti, la ragazza conosce il direttore del Tg4, presidente protagonista della giuria di un concorso di bellezza. Il giornalista si mostra amichevole e affettuoso con Ruby. Si dà da fare per il suo futuro, presentandole Lele Mora.

Le foto di Ruby, la minorenne marocchina coinvolta nello scandalo Bunga Bunga

Ed è proprio Mora a indirizzarla in un disco-bar etnico che trasforma Ruby in cubista. Il 14 febbraio, giorno di San Valentino, il grande incontro. Fede le telefona, la va a prendere con un auto blu. Tutti a casa di Silvio ove ci sono già un ventina di ragazze: conduttrici televisive celebri o meno note, starlet in declino, qualche velina, due ministre, ragazze single e ragazze in apparenza fidanzatissime.

Solo una cena, poi Ruby va via con un abito bianco e nero di Valentino con cristalli Swarovski, regalatole da Silvio. La seconda volta, il mese successivo, un nuovo incontro. Silvio le dice subito che gli sarebbe piaciuto se fosse rimasta lì per la notte. 'Mi aveva anche rassicurato: non ti preoccupare, non avrai avance sessuali, nessuno ti metterà in imbarazzo. E così fu. Cenammo e dopo partecipai per la prima volta al bunga bunga. Io ero la sola vestita. Guardavo mentre servivo da bere a Silvio, l'unico uomo. Dopo, tutte fecero il bagno nella piscina coperta, io indossai pantaloncino e top bianchi che Silvio mi cercò, e mi immersi nella vasca dell'idromassaggio. La terza volta che andai ad Arcore, poi, fu per una cena, una cosa molto ma molto più tranquilla. Quando arrivai Silvio mi disse che mi avrebbe presentata come la nipote di Mubarak. A tavola c'erano Daniela Santanché, George Clooney, Elisabetta Canalis'.

Dice il vero, Ruby? Insomma, quelle che Ruby definisce escort, sarebbero contattate solitamente anche da Mora e Fede - oltre che da Nicole Minetti, igienista dentale di Silvio, a 25 anni stata candidata con successo al Consiglio regionale della Lombardia - per partecipare alle feste in Villa dove qualche volta i party si concludono con riti sessuali che sono adeguatamente ricompensati dal capo del governo.

Ruby mostra anche i gioielli avuti in regalo da Silvio e spiega: 'Assicurò che mi avrebbe comprato un centro benessere e mi invitò a dire in giro che ero la nipote di Mubarak. Così avrei potuto giustificare le risorse che non mi avrebbe fatto mancare'.

Un primo riscontro diretto alle parole di Ruby intanto c'è. Il suo telefonino, quel fatidico 14 febbraio, è posizionato nella cella satellitare di Arcore. Un paio di gioielli in suo possesso sono inoltre stati acquistati da Berlusconi. La vicenda, siamo certi, andrà avanti ancora a lungo. E tutti a chiedersi una cosa: Silvio c'è sul serio cascato di nuovo?

(foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo Attualità - Excite Network Copyright ©1995 - 2014