Excite

Ruby - Berlusconi, la minorenne rivela il complotto contro il Premier

Ruby Rubacuori è la nuova protagonista della politica italiana. Infatti, da quando sono stati resi noti i verbali della Questura di Milano, in merito ad un suo arrestato avvenuto alla fine di maggio, la minorenne marocchina è la più ricercata per interviste, foto e quant'altro.

Guarda le foto di Ruby Rubacuori

Guarda il video della parodia del Bunga bunga di Elio e le storie tese

Dalle dichiarazioni rilasciate cinque mesi fa la ragazza parla dell'amicizia con il Premier Silvio Berlusconi, il quale le avrebbe regalato un Audi R 8. Si legge: 'Arriviamo, io ed Emilio Fede, poi Silvio mi trattiene e nel giardino della villa mi mostra l'Audi e dice che è per me'.

Ripercorri il caso Ruby-Berlusconi

Del bunga bunga, lo strano rituale erotico, non c'è traccia, ma ormai un nuovo scandalo per il Presidente del Consiglio si è diffuso, tanto che lui stesso ha dovuto chiarire: 'Aiuto chi ne ha bisogno' e ammette di conoscere la ragazza: 'Ho già detto la cosa, non ho mai fatto interventi di un certo tipo: ho semplicemente segnalato che c'era una persona che si proponeva per l'affidamento. Tutto qui'.

Il Tgcom, però, è riuscito a contattare la giovane Karima, in arte Ruby, la quale racconta della sua festa ad Arcore, dei regali del Premier: 'Un'amica mi ha portato nella villa del presidente Berlusconi il 14 febbraio, è l'unica volta che ci sono stata, ma nessuno sapeva che ero minorenne, io ho detto di avere 24 anni. La serata è stata tranquilla, prima una cena, poi il premier si è messo a cantare. Era la prima sera che mi vedeva e per questo mi ha dedicato una canzone'.

Quando è andata via ha ricevuto un omaggio: 'Il premier mi ha regalato una collana di Damiani e dato una busta. Tornando, mentre ero in taxi, l'ho aperta e c'erano 7mila euro in contanti. L'amica che mi ha portato ad Arcore ha raccontato al presidente la mia storia e gli ha detto che avevo bisogno di aiuto. Per questo motivo lui mi ha dato la busta'.

Ruby non è così sprovveduta e ha ammesso che i media e i pm hanno travisato le sue parole per colpire Berlusconi, la giovane marocchina sa chi è il colpevole di tutto questo e fa nomi e cognomi: 'Dietro questa storia c'è la volontà di attaccare il presidente del Consiglio, ma io non c'entro nulla. L'artefice di tutto ciò è il giudice Pietro Forno. Lui non è mai stato interessato alla mia storia e alle mie vicende in comunità: voleva solo colpire il premier e per farlo mi ha usata'.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016