Excite

Caso Ruby - Berlusconi: Mora, Minetti e Fede a giudizio?

Il caso Ruby – Berlusconi sta per creare danni sia d'immagine che giudiziari ai protagonisti della vicenda. Dopo il rinvio a giudizio di Silvio Berlusconi, che affronterà il processo a partire dal 6 aprile, entro 24 ore il giudice per le indagini preliminari di Milano potrebbe chiedere la stessa sorte a Mora, alla Minetti e a Fede.

Tutti gli aggiornamenti sul caso Ruby – Berlusconi

Il video dell'interrogatorio di Nicole Minetti

L'accusa per tutti è favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, anche per quella minorile, perchè conoscevano l'età della giovane marocchina Ruby Rubacuori all'epoca dei fatti. Secondo le indagini dei pm, che hanno raccolto testimonianze, intercettazioni e acquisito prove oggettive, il quadro risulta abbastanza chiaro: l'agente dei vip forniva le ragazze per le feste del Premier, il direttore del tg4 le selezionava e la consigliera regionale le addestrava.

Le intercettazioni tra Emilio Fede e Lele Mora

Le intercettazioni tra Emilio Fede e Nicole Minetti

Le prove ci sono e sono anche rintracciabili sui conti delle soubrette, ballerini, della mamma di Noemi Letizia, ci sono le case intestate della Dimora dell'Olgettinba, senza parlare delle auto, dei gioielli che hanno ricevuto le giovani frequentatrici del bunga bunga party. A questo si aggiungano le intercettazioni di Nicole Minetti che parla alle ragazze che devono essere briffate prima di raggiungere Arcore.

Mentre nelle telefonate tra Mora e Fede si possono ascoltare i loro accordi su un prestito da chiedere al Cavaliere. Poi ci sono gli interrogatori in cui la Minetti rivela di aver fatto sesso con Berlusconi, così come quello di Karima che assicura che il premier e gli altri erano a conoscenza della sua età.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016