Excite

Dossier a luci rosse, Ruby Rubacuori al bunga bunga a 16 anni

Il dossier raccolto dalla Procura di Milano sul caso Ruby – Berlusconi sembra un diario a luci rossi, in cui si parla di festini hot, di prostituzione, di adescamento e di travestimenti. I procuratori aggiunti Ilda Boccassini e Pietro Forno e il pm Antonio Sangermano hanno così raccolto tutte le informazioni per chiedere il rinvio al giudizio del consigliere regionale Nicole Minetti, di Emilio Fede e Lele Mora.

Silvio Berlusconi risponde alle accuse sul caso Ruby

I tre personaggi chiave di questa vicenda sono accusati di induzione e favoreggiamento della prostituzione. Secondo la ricostruzione dei pm Ruby Rubacuori era stata adescata a 16 anni e dal giorno di San Valentino del 2010 al ponte del primo maggio avrebbe trascorso 13 serate nella villa di Silvio Berlusconi e sarebbe stata pagata in cambio di 'atti sessuali' con il Premier. Con lei ci sarebbero state anche altre 33 ragazze, indotte alla prostituzione.

Tutte le novità sul caso Ruby – Berlusconi

Ecco come si svolgeva il bunga bunga: 'Una prima fase prevedeva una cena. Una seconda fase definita bunga bunga, che si svolgeva all'interno di un locale adibito a discoteca, dove le partecipanti si esibivano in mascheramenti, spogliarelli e balletti erotici, toccandosi reciprocamente ovvero toccando e facendosi toccare nelle parti intime da Silvio Berlusconi. Una terza fase, a fine serata, consistita nella scelta, da parte di Silvio Berlusconi, di una o più ragazze con cui intrattenersi per la notte in rapporti intimi, persone alle quali venivano erogate somme di denaro e altre utilità ulteriori rispetto a quelle consegnate ad altre'.

Lele Mora ed Emilio Fede, in tutto questo 'si adoperavano congiuntamente per la individuazione di giovani donne disposte a prostituirsi presso la residenza in Arcore di Silvio Berlusconi. Fede s’informava personalmente sulle caratteristiche fisiche delle ragazze disponibili e, in taluni casi, valutando di persona, preventivamente, la rispondenza dei requisiti estetici'. Le donne prescelte: Ambra Battilana, Roberta Bonasia (miss Torino), Chiara Danese, Imane Fadil e Daniela Sampaio Visiguerra'.

'Mora individuava e selezionava le ragazze da far prostituire anche tra quelle legate per motivi professionali alla sua agenzia' tra queste: Francesca Cipriani, Concetta e Eleonora De Vivo, Fadil Iman, Brabara Faggioli, Ferrera Manuela, Ferrera Marianna, Barbara Guerra, Sampaio Visguera Daniela, Lisandra Silva Rodrigueza, Raissa Skorkina.

Nicole Minetti, invece, è stata solo l'intermediaria 'per l’erogazione di corrispettivi, per l’attività di prostituzione svolta'. Accuse che Silvio Berlusconi ha prontamente rifiutato affermando: 'Io poi ho 75 anni e sebbene sia birichino... 33 ragazze in due mesi mi sembrano troppe anche per un trentenne. Sono troppe per chiunque'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016