Excite

Sakineh, condanna sospesa o no?

In mattinata era circolata la notizia della sospensione della sentenza di impiccagione per Sakineh Mohammadi Ashtiani, l'iraniana condannata a morte per complicità nell'omicidio del marito e per la quale si è sollevata l'intera comunità internazionale. Ma il procuratore nazionale iraniano, l'hojjatoleslam Mohseni Ejei, in un'intervista rilascia all'agenzia di stampa ufficiale Irna ha smentito tale notizia.

'La condanna a morte emessa nei confronti di Sakineh Mohammadi Ashtiani non è stata sospesa - ha fatto sapere il procuratore nazionale iraniano - al momento non ci sono novità rilevanti sul caso e tutto resta come prima'.

In un primo momento la donna era stata condannata alla lapidazione per adulterio, lo scorso anno tale condanna era poi stata sospesa. Ma per Sakineh rimaneva, e a quanto pare rimane, la condanna all'impiccagione per la complicità nell'omicidio del marito.

Questa mattina si diceva che la sospensione della sentenza di impiccagione era stata concessa grazie al perdono dei figli di Sakineh. Era stato il presidente della Commissione parlamentare iraniana per i diritti umani, Zohre Elahian, in una lettera al presidente brasiliano Dilma Rousseff, pubblicata dall'agenzia Isna, ad annunciare la sospensione della pena capitale nei confronti di Sakineh. Ma Ejei, uno dei più stretti collaboratori della Guida Suprema iraniana, l'ayatollah Ali Khamenei, ha fatto sapere che i familiari della vittima non hanno concesso alcun perdono e chiedono l'applicazione della pena capitale. Ejei ha poi fatto sapere che la Corte Suprema sta svolgendo le ultime valutazioni sul caso Sakineh e che presto arriverà a una decisione definitiva.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016