Excite

Sakineh non è stata liberata

Ieri tutti i media avevano parlato della liberazione di Sakineh Mohammadi Ashtiani, l'iraniana condannata a morte per complicità nell'omicidio del marito e per la quale si è sollevata l'intera comunità internazionale. La notizia è stata diffusa ieri sera dal Comitato internazionale contro la lapidazione, con sede in Germania. Ma, purtroppo, la notizia non è vera.

Questa mattina l'emittente statale iraniana Press Tv ha, infatti, smentito la liberazione di Sakineh. Attraverso il proprio sito web l'emittente ha fatto sapere che la donna è ancora in stato di fermo 'contrariamente alla vasta campagna pubblicitaria dei media occidentali secondo cui l'omicida confessa Sakineh Mohammadi Ashtiani è stata liberata'. Sakineh è stata portata nella sua abitazione e filmata mentre descrive l'omicidio di suo marito. E sarebbe stata proprio la pubblicazione di alcune foto tratte dal film ad aver fatto pensare alla sua liberazione. Invece si tratta solo di un video realizzato per il programma che andrà in onda questa sera.

L'emittente statale iraniana Press Tv ha spiegato: 'Una nostra équipe televisiva, ha concordato con l'autorità giudiziaria di seguire la Ashtiani nella sua abitazione per produrre una ricostruzione video dell'omicidio sulla scena del delitto'. Anche se la sentenza di morte per lapidazione di Sakineh è stata sospesa, la donna rischia la pena capitale per impiccagione per complicità nell'omicidio del marito.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016