Excite

Santoro: "Annozero con Italia-Belgio? Scelta assurda"

Lettera al vetriolo del giornalista Michele Santoro al presidente della Rai Claudio Petruccioli, a tutti i consiglieri d'amministrazione, al direttore generale Claudio Cappon e al direttore di Raidue Antonio Marano. Con la missiva Santoro sferra una ferma protesta nei confronti dei dirigenti Rai che hanno deciso di spostare, questa settimana, la puntata di "Annozero" al venerdì, giorno in cui si disputerà la partita Italia-Belgio.

Queste le parole del giornalista: "Vi scrivo per protestare vibratamente contro la decisione, che non ci è stata mai comunicata, di programmare 'Annozero' nella stessa serata in cui va in onda la partita Italia-Belgio di calcio. Si tratta di una scelta assurda che non avrebbe avuto luogo in nessuna televisione del mondo. E non soltanto perché il nostro pubblico è, come a tutti noto, un pubblico sovrapposto a quello del calcio; ma perché le partite della Nazionale sono, come 'Annozero', uno degli appuntamenti principali di servizio della Rai. Ciò per altro - prosegue Santoro - avviene proprio quando avevamo deciso di dedicare una serata al film di Paolo Sorrentino, 'Il Divo', che ha appena avuto un enorme successo al festival di Cannes, senza che la televisione abbia mostrato le immagini della premiazione. Cambiare il giorno di programmazione della trasmissione di punta di una rete quando è all'apice del successo, per far posto non al concerto di Vasco Rossi ma a un dietro le quinte dall'assai incerto risultato - incalza il giornalista - è stata giá di per sè una scelta sbagliata e controproducente. Ma abbiamo dato il nostro consenso per sottolineare l'atteggiamento di piena collaborazione con la Direzione di Rete che ha contraddistinto quest'anno il nostro lavoro. Non possiamo però accettare passivamente, una volta per Benigni, una volta per Vasco Rossi, un'altra per la Nazionale la continua mortificazione di un gruppo produttivo e di un programma che fino a prova contraria, porta alla Rai introiti pubblicitari e ascolti di tutto rilievo. Il buonsenso - conclude Santoro - porterebbe a rinunciare all'appuntamento ma, in questo caso, contribuiremmo anche noi a penalizzare il cinema italiano che la Rai dovrebbe valorizzare in tutti i modi. Chi pagherá le conseguenze delle decisioni sbagliate? Il pubblico prima di tutto. E cosa dice il codice etico a questo proposito?".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016