Excite

Sarkozy perde alle amministrative, sale la sinistra

A meno di un anno dalla sua elezione, Nicolas Sarkozy, al primo turno delle elezioni amministrative francesi, è stato battuto dal Partito socialista che ha ottenuto il 47,5% contro il 40% raccolto dal Ump.

Al suo primo test elettorale, considerato una sorta di referendum sul suo operato, il capo dell'Eliseo e il suo partito escono sconfitti. I socialisti sono nettamente in testa a Parigi con Bertrand Delanoe al 40,4% contro il 28,6 di Francoise de Panoflieu. A Lione, la terza città di Francia, il Ps ha confermato al primo turno il sindaco uscente Gerard Collomb con il 51,5%.

Si sono spostate a sinistra le città: Rouen, Laval, Alencon e Rodez, mentre il Ps conserva dal primo turno le roccaforti di Mans, Tourcoing e Auxerre, oltre a essersi piazzato molto bene a Caen, Rennes, Brest, Henin-Beaumont (Pas-de-Calais, contro la candidata del Front National, Marine Le Pen), ma anche a Metz, Quimper, Narbonne e Mende.

Per il segretario del Ps, Francois Hollande il risultato è "un chiaro avvertimento politico al governo di Sarkozy sulle scelte compiute negli ultimi nove mesi". Segolene Royal, ex compagna di Hollande e ex candidata alle presidenziali, si è appellata ai centristi del MoDem per "un alleanza ovunque" per battere l'Ump.

Occorrerà attendere il secondo turno, domenica prossima, per conoscere le reazioni di Sarkozy e le conseguenze del voto sulla sua politica. La settimana scorsa, in un'intervista al quotidiano Le Figaro, aveva dichiarato che "questo voto avrà anche un significato politico che sentirò e del quale terrò conto".

Alto il livello di affluenza alle urne, stimato fra il 68% e il 70,5%.

Jean Sarkozy, il figlio del presidente, è stato eletto con il 51,9% nelle elezioni cantonali per Neuilly: entra quindi nel consiglio dipartimentale di Hauts-de-Seine, lo stesso che suo padre aveva presieduto dal 2004 al 2007.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016