Excite

I dubbi e le inchieste su Saverio Romano

Saverio Romano è il primo Ministro eletto con riserva nella storia della repubblica italiana. Il nuovo capo del dicastero delle politiche agricole è stato nominato con molti dubbi dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in quanto il politico è protagonista di alcune inchieste.

Il video del fuorionda di Pionati vs Romano

Tra queste quella in 'concorso esterno in associazione mafiosa', che il 6 aprirle ne sarà valutata l'archiviazione. Il neo ministro dice di avere la coscienza pulita ma in realtà sarebbe richiesta la sua presenza anche per un'altra indagine che l'accusa di 'concorso in corruzione aggravata dall'aver favorito l'associazione mafiosa'.

La Direzione distrettuale antimafia di Palermo avrebbe delle intercettazioni top secret del 2004, in cui l'allora deputato dell'Udc Romano parlava al telefono e fissava appuntamenti con il principale prestanome della famiglia Ciancimino, l'avvocato tributarista Gianni Lapis. Il pubblico ministero ha chiesto l'autorizzazione della Camera dei deputati per utilizzare quelle intercettazioni. L'inchiesta potrebbe essere a rischio se la camera non dà il via libera a questa procedura.

Secondo i magistrati, che gli hanno riferito di queste sue intercettazioni, Romano ha ricevuto 'in più soluzioni, ingenti quantitativi di denaro da Lapis Gianni, che li aveva prelevati, per il tramite di Ciancimino Massimo, dal conto bancario estero denominato 'Mignon', come corrispettivo per favorire le società del 'Gruppo Gas' riconducibili a Lapis e Ciancimino, nonché in precedenza riconducibili, anche nell'interesse dell'associazione mafiosa, a Ciancimino Vito'.

Dati reali che non hanno ancora avuto modo di rientrare in un processo. Intanto il ministro si difende sulle pagine de 'Il Giornale' e spiega: 'I veleni ci sono e sono spintanei, ovvero spinti da qualcuno. La mia azione politica ha ribaltato le aspettative di molti che pensavano che il 14 dicembre sarebbe caduto il governo. Sapevo che in Italia bisogna difendersi dalle sentenze e nei processi, non da una richiesta di archiviazione dopo otto anni'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016